Il curioso dato che riguarda il primato di Daniil Medvedev nel ranking ATP



by   |  LETTURE 4068

Il curioso dato che riguarda il primato di Daniil Medvedev nel ranking ATP

L’incredibile tonfo di Novak Djokovic contro Jiri Vesely, tennista ceco numero 123 al mondo, ai quarti di finale dell’ATP 500 di Dubai ha segnato il definitivo e ormai atteso cambio al vertice: il tennista serbo ha ceduto lo scettro di numero uno al mondo a Daniil Medvedev dopo ben 86 settimane consecutive in testa.

Il 20 volte campione slam avrebbe potuto perdere il primato anche in caso di un’eventuale vittoria del torneo degli Emirati, ma l’inaspettata sconfitta con il tennista ceco ha accorciato i tempi di attesa, permettendo a Medvedev, attualmente impegnato nell’ATP 500 di Acapulco, di raggiungere per la prima volta in carriera la prima posizione del ranking e diventare il 27° tennista numero uno della storia (il terzo russo dopo Yevgeny Kafelnikov e Marat Safin).

Il 26enne russo di Mosca, che stanotte affronterà Rafa Nadal in semifinale ad Acapulco per vendicare la bruciante sconfitta di un mese fa nella finale degli Australian Open, è diventato protagonista di un curioso record riguardante la sua altezza.

Medvedev e il particolare primato: numero uno più alto della storia

Daniil Medvedev, con i suoi 198 centimetri, è infatti diventato il tennista numero uno più alto della storia di questo sport. Il tennista russo ha superato il suo connazionale Marat Safin, numero uno del mondo tra il 2000 e il 2001, che deteneva questo particolare record con i suoi 193 centimetri, cinque in meno dell’attuale numero uno.

Questo particolare dato testimonia l’evoluzione moderna di questo sport, che ha visto emergere ad altissimi livelli tennisti particolarmente lunghi che prediligono la potenza dei colpi come Alexander Zverev, Matteo Berrettini e lo stesso Medvedev.

Ad avvalorare questa statistica basta notare che tra i primi dieci tennisti del mondo, ben 5 superano il metro e novanta di altezza (considerando l’imminente ingresso di Hubert Hurkacz in top 10 a discapito di Jannik Sinner).

Questo ambito traguardo raggiunto dal russo, un sogno che aveva fin da bambino come lui stesso aveva dichiarato qualche giorno fa, corona una crescita costante di Medvedev negli ultimi 4 anni, in cui ha vinto 13 titoli ATP, di cui uno slam (US Open 2021), l’edizione 2020 delle ATP Finals, 4 master 1000, un 500 e sei tornei 250. Il russo ha inoltre perso 3 finali slam e la finale delle ATP Finals 2021.