Daniil Medvedev parla della sfida con Rafael Nadal e della nascita della nuova era



by GIUSEPPE DI LAURO

Daniil Medvedev parla della sfida con Rafael Nadal e della nascita della nuova era

Daniil Medvedev, da lunedì, sarà il nuovo numero uno al mondo della classifica mondiale Atp. Grazie alla sconfitta nei quarti di finale a Dubai di Novak Djokovic, il russo sorpasserà matematicamente il campione di Belgrado a prescindere da quello che sarà il risultato nel torneo di Acapulco che lo metterà di fronte, in semifinale, nuovamente a Rafael Nadal "In questi momenti capisco che il tennis non è la cosa più importante.

Avevo molte emozioni quando mi sono svegliato. La sconfitta di Novak Djokovic significava che ero il nuovo n.1 del mondo, indipendentemente da quello che facevo, cosa che non sapevo. Ho ricevuto molti messaggi, ho tante emozioni, ma alla fine quello su cui dovevo concentrarmi era vincere la mia partita.

Volevo provare ad affrontare la mia partita, ma non era facile rimanere concentrato. La giornata è stata come una montagna russa". Congratulazioni da tutto lo spogliatoio
"Ho ricevuto molti messaggi da altri giocatori nello spogliatoio, non solo dai giocatori di alto livello, ma anche da altri che giocano nel circuito Challenger.

In generale, penso che abbiamo uno spogliatoio molto amichevole, cerchiamo di sostenerci a vicenda. Quando qualcuno vince il suo primo titolo cerco di congratularmi con loro e anche con gli Juniores. Di solito succede che quando qualcuno vince un trofeo, nel torneo successivo tutti vanno a congratularsi.

In questo senso, il tennis è uno sport molto amichevole fuori dal campo, ma è una cosa diversa dentro. Siamo tutti in pace ed è quello che ho sentito quando ho conquistato la posizione numero 1"

Tra Nadal e possibile nuova era

Adesso c'è Rafa Nadal in semifinale
"Giocare contro un membro del Big4 è sempre un onore, una grande sfida.

Agli Australian Open sono stato molto vicino a batterlo, onestamente, ma non ci sono riuscito. È stata una sconfitta molto dura per me, ma questo è lo sport, ora è il momento di cercare la mia vendetta.

Se posso vincere domani sarebbe fantastico, ma se ci incontrassimo di nuovo a Indian Wells o a Miami, non sarebbe importante chi avrà vinto qui. Lui è un giocatore impressionante, non è mai facile batterlo".

Se sta iniziando una nuova era
"È difficile da dire, soprattutto se si guarda a quello che è successo negli ultimi Grand Slam. La maggior parte di essi sono stati vinti dai Big3, anche se è vero che ho avuto il privilegio di sollevare l'ultimo titolo agli US Open.

Da parte mia, sto cercando di praticare il mio miglior tennis, ma quella volta a New York è stata l'unica volta che sono riuscito a battere un membro dei Big3 nei tornei del Grande Slam. Dovrò continuare a lavorare e fare meglio, perché in altri tornei sono stato in grado di batterli.

In questo Australian Open mi è successo di nuovo, ci sono stati momenti nella partita in cui non ero abbastanza forte. È un po' presto per parlare di una nuova era, ma sono felice di aver raggiunto un traguardo come questo. È una grande sensazione per me e per la mia squadra.

Daniil Medvedev Rafael Nadal