Atp Rotterdam - Primo titolo per Auger-Aliassime, abbattuto Tsitsipas



by   |  LETTURE 4551

Atp Rotterdam - Primo titolo per Auger-Aliassime, abbattuto Tsitsipas

Prima volta in carriera per Felix Auger-Aliassime. Il canadese sembra aver svoltato in questo 2022, agli Australian Open è stato ad un passo dall'impresa contro Daniil Medvedev ed ora ha vinto il suo primo titolo in carriera.

Dopo nove finali perse consecutivamente (senza mai vincere un set) il canadese ferma quest'ondata di sangue e conquista il suo primo titolo in carriera. Grande prestazione e gran vittoria contro il numero quattro al mondo Stefanos Tsitsipas, letteralmente annientato in finale.

Zero palle break concesse ed addirittura solo due punti concessi nel primo set, una gara stratosferica per un Felix apparso in evidente crescita rispetto allo scorso anno, l'allievo di Toni Nadal beneficia dei consigli dello storico manager e zio di Rafa, e sembra pronto ad entrare a pieno titolo in lizza per i migliori.

Break subito nel primo game e diverse chance nel primo set che Auger porta a casa per 6-4. A zero anche il break nel primo game del secondo set con uno Stefanos, a dire il vero, abbastanza sottotono, sorpreso probabilmente dall'atteggiamento del canadese.

Un'ora e diciannove minuti di gioco per un 6-4;6-2 che regala il primo titolo in carriera ad Auger, probabilmente il primo di una lunga lista per una brillante carriera.

Successi dei favoriti Opelka e Ruud

Sfuma il primo titolo Atp per il giovane Jenson Brooksby che nel derby americano a Dallas cade contro il gigante 'buono' Reilly Opelka.

Il bombardiere riesce a mantenere il servizio in tutto il match e si aggiudica la gara con un doppio 7-6. Brooksby paga l'inesperienza e la poca abitudine in questi incontri. Dopo il tiebreak in semifinale contro Isner, è ancora l'ultimo atto a regalare ad Opelka il quarto titolo in carriera.

A Buenos Aires l'idolo di casa Diego Schwartzman non può nulla contro la testa di serie numero uno del torneo Casper Ruud, come solito una certezza sulla terra. Dopo oltre due ore e mezza di gioco il norvegese vinse il titolo con il risultato 5-7;6-2;6-3.

Nel primo set Ruud ha il set point sul 5-4 ma Schwartzman ruggisce, pareggia i conti e con il break nel game successivo vince il primo set. Sale in cattedra però il numero otto al mondo che domina letteralmente i due set successivi e mostra di essere uno dei favoriti per la stagione sulla terra.