Atp Rotterdam - Che colpo Musetti: battuto Hurkacz in tre set. Ok Murray



by   |  LETTURE 3132

Atp Rotterdam - Che colpo Musetti: battuto Hurkacz in tre set. Ok Murray

Il rendimento di chi ha presenziato dal lato opposto della rete finisce inevitabilmente per viziare in qualche modo la valutazione. Poco importa: Lorenzo Musetti ha battuto Hubert Hurkacz, numero undici del mondo, e ha finalmente tirato una boccata d’aria fresca dopo più di sei mesi da incubo.

Il talentino azzurro, decisamente ben più centrato rispetto al match di primo turno con lo svedese Mikael Ymer, ha fatto quello che doveva fare. Sfruttare le disattenzioni di un avversario più forte (e ovviamente più esperto) senza particolari timori.

Ha avuto qualche difficoltà (con la battuta a disposizione sul 5-3 e nella parte centrale del secondo set, con la partita praticamente in mano) ma ha saputo capitalizzare dopo un mega-parziale di 12-1 firmato Hubi, potenzialmente mortifero.

Si rivela invece sufficiente un break nell’ottavo game, dopo un set estremamente lineare, per archiviare il successo – il sesto ai danni di un giocatore compreso tra i primi venti – con un rocciosissimo 6-3 5-7 6-3.

Ad attendere il tennista azzurro ai quarti uno tra Van de Zandschulp e Lehecka: insomma, lo spazio per continuare a sognare la semifinale c’è eccome.

Bublik si ferma contro Murray. Ok Auger Aliassime

Reduce dalla prima affermazione nel circuito maggiore – con tanto di vittoria in finale contro il numero uno del seeding Alexander Zverev – Alexandr Bublik tira comprensibilmente il fiato nel ‘500’ di Rotterdam.

Superato lo scoglio tie break, dopo essersi ritrovato a rispondere per rimanere nel primo set, Andy Murray prende il controllo della faccenda e con un colpo nel canonico settimo game sigilla il 7-6(4) 6-4 e raggiunge quanto meno il secondo turno.

Ad attenderlo Felix Auger Aliassime. Durano un set i problemi del tennista canadesecontro Egor Gerasimov, che fa praticamente in tempo a smuovere lo score in quattro occasioni a cavallo tra il secondo e il terzo set dopo un ottimo 6-3.

Qualche problema anche per Alex de Minaur, che condensa invece la stragrande maggioranza delle difficoltà nel cuore del match contro lo statunitense MaCkenzie McDonald dopo un complicatissimo tie break in apertura. Photo Credit: Getty Iamges