Le lacrime di Juan Martin Del Potro per l'addio al tennis: "Ho sofferto abbastanza"



by   |  LETTURE 2667

Le lacrime di Juan Martin Del Potro per l'addio al tennis: "Ho sofferto abbastanza"

Juan Martin Del Potro ha giocato la sua ultima partita come professionista. Il tennista argentino ha salutato i campi da tennis disputando l’ultimo match contro Federico Delbonis nell’ATP 250 di Buenos Aires. Contro il connazionale, nel primo turno del torneo, l’argentino, classe 1988, ha perso l’ultima partita della carriera, perdendo in due set.

Nell’ultimo turno di battuta del match, Del Potro è scoppiato in lacrime, commosso dal momento emozionante e dal sostegno del pubblico di casa. Con la sconfitta con Delbonis, l’argentino ha chiuso una lunga carriera, iniziata circa vent’anni fa.

In questi due decenni, l’ex numero tre del mondo ha conquistato: un US Open, nel 2009; una Coppa Davis nel 2016, dove, proprio con Delbonis, ha sconfitto la Croazia; la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012.

Una carriera molto lunga, ma allo stesso tempo molto difficile. Sono diversi gli infortuni, e i conseguenti stop, che hanno costellato questi anni dell’argentino: i problemi e l’operazione al polso sinistro prima, l’infortunio grave al ginocchio poi.

Nella conferenza stampa dopo il match, Del Potro parla proprio dei dolori procurati dal ginocchio: "Questo è un punto a parte, il mio ginocchio ora non è competitivo con il tennis"

Del Potro parla degli infortuni e della propria salute

"Sono due anni e mezzo che faccio uno sforzo incredibile per tornare, ma a volte posso anche perdere una battaglia.

Non ho abbastanza forza per andare avanti", ha detto Del Potro sulla propria condizione fisica. La scelta per l’argentino era semplice: continuare a giocare o pensare alla propria salute. Alla fine, ha scelto per la seconda: "Negli ultimi tre mesi ho lavorato sodo per essere qui e sentirmi di nuovo un tennista.

Ho dovuto decidere se continuare a provare e mettere a rischio la mia salute per il resto della mia vita o fermarmi e cercare di far lavorare il mio ginocchio per la vita di tutti i giorni. Ora sto chiudendo un ciclo, ho sofferto abbastanza e devo migliorare le condizioni della mia gamba perché è difficile per me vivere così", ha concluso Del Potro.

In virtù di queste parole, Del Potro non giocherà il prossimo torneo che si terrà in Argentina, il Rio Open, sugellando così la fine della sua carriera nell’ATP 250 di Buenos Aires.