Un nuovo probabile allenatore per Stefanos Tsitsipas in vista di Rotterdam



by   |  LETTURE 6329

Un nuovo probabile allenatore per Stefanos Tsitsipas in vista di Rotterdam

C’è aria di cambiamenti nel box di Stefanos Tsitsipas. Nella giornata di domenica, il tennista greco si è allenato con Thomas Enqvist, ex tennista svedese. Non è la prima volta che i due collaborano insieme: Enqvist è stato il vicecapitano del team Europa di quest’anno in Laver Cup, dove era presente anche Tsitsipas.

Sebbene siano presenti foto che raffigurino Enqvist palleggiare con il tennista numero quattro al mondo, non è stato fatto alcun annuncio. Il tennista svedese, capitano della nazionale svedese di Coppa Davis dal 2010 al 2012, dovrebbe entrare nello staff tecnico, almeno temporaneamente.

Non dovrebbe essere sostituito l’attuale allenatore di Stefanos Tsitsipas, il padre Apostolos. Il rapporto tra i due è uno dei più chiacchierati del circuito. Durante la semifinale tra Medvedev e il greco, il numero due al mondo ha espresso risentimento verso il continuo parlare di Apostolos Tsitsipas.

Erano frasi in greco, che né Medvedev né l’arbitro potevano capire, ma che, secondo il russo, non sono state riprese abbastanza dal giudice di sedia.

Tsitsipas abbassa le aspettative per il torneo di Rotterdam

Gli allenamenti che Tsitsipas e Enqvist stanno preparando insieme sono in vista dell’ATP 500 di Rotterdam.

Il tennista greco è la prima testa di serie del torneo olandese dopo il ritiro di Daniil Medvedev. Seguono tra le teste di serie del torneo Andrey Rublev, Felix Auger-Aliassime, Hubert Hurkacz e Denis Shapovalov; mentre anche Jannik Sinner è stato costretto al ritiro per la positività al Covid19.

Nonostante sia uno dei favoriti di questo torneo, Tsitsipas abbassa le aspettative: “Mi sono allenato molto poco in queste condizioni. Avrò bisogno di più tempo per potermi adattare a questa superficie”, ha detto il greco.

Il suo primo avversario nel torneo di Rotterdam sarà Alejandro Davidovich Fokina. Sul tennista spagnolo, Tsitsipas ha dichiarato: “Davidovich è un giocatore che si comporta molto bene su questa superficie.

È vero che non è al meglio da qualche mese, ma conosco il suo potenziale. So che dovrò stare molto attento a lui nel primo turno. Ho giocato contro di lui a Monte Carlo l'anno scorso e so di cosa è capace” ha dichiarato il numero quattro al mondo.