Da Matteo Berrettini a Fabio Fognini: il cammino degli italiani in Australia



by   |  LETTURE 3167

Da Matteo Berrettini a Fabio Fognini: il cammino degli italiani in Australia

Iniziano il prossimo 17 Gennaio gli Australian Open, il primo e tanto atteso torneo del Grande Slam dell'anno. In Italia c'è tanta attesa per i tennisti azzurri, non solo per Matteo Berrettini e Jannik Sinner ma anche altri 7 tornei che prenderanno parte al torneo (oltre ai possibili provenienti dalle qualificazioni).

Oltre al tennista altoatesino il più atteso è Matteo Berrettini, il numero uno azzurro che ha avuto un sorteggio tutt'altro che fortunato a Melbourne. Il tennista romano affronterà al primo turno il baby talento americano Brandon Nakashima, un qualificato al secondo turno ed eventualmente al terzo turno c'è un grande match contro Carlos Alcaraz, tennista che già lo ha battuto sul cemento lo scorso anno.

Agli Ottavi possibile sfida contro Norrie, uno dei portieri più in forma del momento mentre ai Quarti potrebbe sfidare Novak Djokovic, l'uomo che lo ha sempre buttato fuori dagli Slam nel 2021. Un calendario abbastanza complicato per il numero uno azzurro chiamato alla riscossa in questo 2022.

La situazione degli altri italiani

Non solo Berrettini perché tra le teste di serie c'è anche Lorenzo Sonego, che, al primo turno sfida Sam Querrey mentre al terzo turno in ogni caso sarà anch'egli sulla strada di Novak Djokovic.

Nella parte alta del tabellone c'è anche Fabio Fognini, per lui un sorteggio non semplice visto che lo attende l'ostico olandese Griekspoor. Brutto sorteggio anche per Lorenzo Musetti, al limite dell'impossibile contro il padrone di casa Alex De Minaur, tra i tennisti più in forma del momento.

In caso di vittoria per lui possibile derby italiano contro Seppi, alle prese con il polacco Majchrzak. I due sono dal lato del tabellone del norvegese Casper Ruud. Sorteggio durissimo contro teste di serie per Mager contro Andrey Rublev e per Travaglia, alle prese con Roberto Bautista Agut.

Completa il tabellone Marco Cecchinato, per lui un impegno non impossibile contro il tedesco Philipp Kohlschreiber.