Atp Sydney - Nakashima beffa Fognini. Sonego senza problemi ai quarti



by   |  LETTURE 1568

Atp Sydney - Nakashima beffa Fognini. Sonego senza problemi ai quarti

Non va oltre il secondo turno la marcia di Fabio Fognini a Sydney. Il numero sette del gruppone – reduce dalla prima affermazione in stagione nel circuito maggiore – non riesce ad abbattere la resistenza di Brandon Nakashima.

Recriminazioni? Sì. ‘Fogna’ dilapida un break di vantaggio in avvio e nel secondo set manca in tre casi l’appuntamento con l’aggancio. Fatale in entrambi i casi il jeu decisif. Il tennista statunitense, che chiude 9-7 e 8-6, raggiunge ai quarti di finale il connazionale Reilly Opelka.

Tutto incredibilmente facile invece per Lorenzo Sonego, che si sbarazza senza particolari difficoltà di Sebastian Baez. Emblematico il 6-2 6-3 che matura alla soglia dei novanta minuti di gioco. Per il torinese la complicata sfida con il numero uno del seeding Aslan Karatsev.

Mager fuori ad Adelaide

Nella tappa-numero-due del ‘250’ di Adelaide si accende il semaforo rosso per Gianluca Mager. Dopo aver sconfitto Egor Gerasimov al primo turno, il sanremese si spegne ai piedi del tie break contro Karen Khachanov.

Chiamato a custodire il vantaggio, il numero tre del blocco assesta la spallata decisiva nel sesto game e fissa il successo sul 7-5 6-3. Prosegue senza particolari intoppi il rientro di Thanasi Kokkinakis, che dopo la semifinale della prima settimana raggiunge quanto meno i quarti.

Vittima (illustre) di giornata John Isner, che perde la battaglia dei tie break senza però avere match point a disposizione.

Niente da fare per Paolini ad Adelaide. Fuori Kvitova a Sydney

Nel tabellone femminile si ferma Jasmine Paolini.

Dopo un rocciosissimo 6-4, la tennista azzurra rimedia solo a metà a un mega-svantaggio di 1-5 nel secondo e manca il sorpasso sul 4-4 nel deciding set. Lauren Davis si impone con un complicatissimo 4-6 6-4 6-4 e raggiunge i quarti di finale.

Nonostante qualche patema, supera il taglio del secondo turno anche Coco Gauff. Tutt’altro che scontata a ogni modo la sfida con la tennista ucraina Marta Kostyuk. Non fa particolarmente rumore il tonfo di Petra Kvitova a Sydney.

Anche perché a imporsi con un doppio 6-4 è la freschissima numero dieci del mondo Ons Jabeur. Problemi solo nel secondo set per Garbine Muguruza – costretta al tie break da Ekaterina Alexandrova – dopo la cavalcata ad Adelaide (terminata in finale) e la straordinaria vittoria ai danni di Emma Raducanu (per 6-0 6-1) la tennista kazaka decide di preservarsi in vista degli Australian Open e di spianare la strada a Caroline Garcia. Photo Credit: Getty Images