Nick Kyrgios torna in campo: ecco la data del suo rientro



by   |  LETTURE 2816

Nick Kyrgios torna in campo: ecco la data del suo rientro

L'ex numero 13 del mondo Nick Kyrgios ha ricevuto una wild card per l'evento ATP 250 Melbourne Summer Set, che inizia il 4 gennaio. Kyrgios, ora classificato al n. 93 del mondo, è entusiasta di iniziare la sua stagione 2022 di fronte ai suoi fan di casa a Melbourne.

L’istrionico tennista australiano, vincitore di 6 tornei ATP in carriera, si augura possa essere un torneo spettacolare e sicuro per tutto il pubblico che sarà presente nello stato in cui si disputerà il primo slam dell’anno.

“Ovviamente, sono entusiasta di giocare in casa” ha detto Kyrgios a News Corp. “Tennis Australia ha fatto un ottimo lavoro per mettere insieme le cose e darci più opzioni per giocare in casa prima degli Australian Open”.

Kyrgios ha poi ringraziato gli organizzatori per la wild card ricevuta: “Darmi una wildcard è fantastico - farò del mio meglio per mettere su uno spettacolo per i fan”.

Kyrgios si sta da tempo preparando per la stagione 2022

Il 26enne di origini greco-malesi ha giocato soltanto 8 tornei nel 2021, l’ultimo dei quali la Laver Cup disputatasi a settembre.

In un’intervista di qualche mese fa Kyrgios aveva rilasciato alcune dichiarazioni in cui parlava di un possibile ritiro non troppo lontano, nonostante la giovane età. Nick però negli ultimi mesi si è allenato in Australia per tornare competitivo nella prossima stagione.

“Mi sento bene. Un mio amico, Dimi, mi ha fatto lavorare in palestra e ho avuto alcuni ragazzi da diverse parti dell'Australia che hanno colpito con me negli ultimi due mesi” ha raccontato Kyrgios. “Sono felice, non vedo l'ora che arrivi l'estate in Australia e incrocio le dita sperando che tutto vada liscio per tutte le persone coinvolte”.

L’assenza di Kyrgios dai campi è stata dettata anche dal cattivo stato di salute della madre, motivo per il quale il tennista australiano è tornato in Australia a settembre. “Ho bisogno di tornare a casa.

Mia madre non sta troppo bene con la sua salute. Mi piacerebbe tornare e vederla” ha detto a settembre, aggiungendo poi: “Non sono uno di quei giocatori che vanno a caccia di punti o a caccia di riconoscimenti. Sento che non ho più nulla da dimostrare a me stesso. Sono incredibilmente orgoglioso di ciò che ho raggiunto”.