Jenson Brooksby nominato "Newcomer of the Year"



by   |  LETTURE 2312

Jenson Brooksby nominato "Newcomer of the Year"

Jenson Brooksby è riuscito a guadagnare più di 250 posizioni nel 2021 e a chiudere la stagione da numero 56 del mondo. La sua annata è iniziata in Sudafrica, dove ha disputato i due Challenger di Potchefstroom.

Nel primo caso ha perso all’esordio contro Cem Ilkel; nel secondo ha conquistato il suo primo titolo Challenger battendo in finale Teymuraz Gabashvili. Dopo la mancata qualificazione al Masters 1000 di Miami, l’americano ha vinto due Challenger consecutivi( Orlando e Tallahassee, ndr), prima di ottenere il main draw del Roland Garros.

Nel corso dell’estate statunitense, Brooksby ha poi trovato la prima finale nel circuito maggiore a Newport. A batterlo nell’ultimo atto del torneo ATP 250 in una partita durissima è stato Kevin Anderson.

Proprio dalla rivincita contro il sudafricano è partito lo splendido percorso che lo ha portato a raggiungere la semifinale all’evento ATP 500 di Washington. Sul cemento di casa, il 21enne ha sconfitto Frances Tiafoe, Felix Auger-Aliassime e John Millman, ma è stato eliminato in due set da Jannik Sinner.

È agli US Open che Brooksby ha decisamente fornito un assaggio di quello che il Tour vedrà spesso nei prossimi anni, perché ha disputato un match incredibile, fino a quando il fisico non lo ha abbandonato, contro Novak Djokovic agli ottavi di finale.

Il giovane talento americano ha vinto il primo set con il punteggio di 6-1 giocando un tennis di altissimo livello, ma ha poi subito il ritorno del campione serbo. La semifinale agguantata ad Anversa gli ha infine permesso di terminare la stagione in top 60.

Jenson Brooksby è il "Newcomer Of The Year"

Brooksby, grazie ai risultati raggiunti nel 2021, è stato premiato come “Newcomer Of The Year” agli ATP Awards. “Sono estremamente grato di aver vinto questo premio.

Ringrazio tutti i giocatori che mi hanno votato. Significa molto. È stata una stagione divertente e vorrei ringraziare i fan per avermi supportato tutto l’anno. Ringrazio il mio team, che mi è stato vicino sia nei momenti brutti che in quelli belli” , ha dichiarato Brooksby al sito ufficiale dell’ATP.

“Ho avuto molto successo quest’anno. Ho vinto i primi tornei Challenger, disputato una finale ATP, giocato la semifinale a Washington e raggiunto gli ottavi a New York. Sono ottimi risultati per me. Voglio fare uno step ulteriore il prossimo anno.

So cosa serve per vincere titoli. Di cosa sono orgoglioso? Dopo tutte le avversità che ho fronteggiato nel 2020, quando non ho potuto giocare nessuna partita, sono contento del modo in cui ho reagito e vinto il Challenger in Sudafrica. Sono poi orgoglioso del modo in cui ho regolato il mio gioco nei grandi momenti” .