Atp Finals - Nessuna sorpresa: Zverev batte Hurkacz. Fuori Sinner



by   |  LETTURE 1882

Atp Finals - Nessuna sorpresa: Zverev batte Hurkacz. Fuori Sinner

Sessantatré minuti. Durano tanto le flebili speranze di Jannik Sinner, che per superare il taglione dei gironi avrebbe quanto meno avuto bisogno del successo di Hubert Hurkacz ai danni di Alexander Zverev. Oltre ovviamente alla vittoria contro Daniil Medvedev.

Nonostante un buonissimo secondo set, il tennista polacco (che per venti minuti fa da spettatore non pagante) non riesce a sovvertire il più scontato degli epiloghi. 'Sascha' sigilla il successo sul 6-2 6-4 e raggiunge in semifinale Novak Djokovic.

Tutto pronto per l'episodio numero undici, il terzo alle Finals: il campionissimo serbo (che ha perso la finale del 2018) è comunque in vantaggio negli scontri diretti.

Zverev si prende Djokovic: fuori Sinner

'Hubi' gioca il primo set senza un piano tattico.

Manco a dirlo si affaccia spesso e volentieri nei pressi della rete e abusa della palla corta. Soprattutto sulla diagonale debole. 'Sascha' non si lascia condizionare in maniera alcuna dalle circostanze. Anzi. Mantiene percentuali altissime con la prima palla e soprattutto gestisce con ordine gli scambi da fondocampo.

Il 6-2 che matura dopo poco più di quaranta minuti di gioco è praticamente una conseguenza logica. Ovviamente deresponsabilizzato dalla situazione, il polacco tenta di limitare il numero degli errori non forzati e soprattutto di velocizzare le pratiche con la battuta a disposizione.

Il tedesco - che non sfrutta una chance nel settimo game - si affaccia sul 3-4 con un errore piuttosto banale in uscita dal servizio e soprattutto con una seconda piuttosto morbida sul 15-30. Poco male. La prima risolve la stragrande maggioranza dei problemi nei tre punti successivi.

La ricerca quasi ossessiva della profondità si rivela fatale per Hurkacz. Che cancella una palla break sul 15-40 e che perde completamente il controllo del dritto nel quindici immediatamente successivo. Chiamato a chiudere la pratica ed evidentemente anche a blindare la qualificazione, il tedesco non apporta modifiche al più scontato degli epiloghi.

Anche se in realtà ha nuovamente bisogno di cavarsi fuori dai guai sullo 0-30 con il contributo del servizio. Photo Credit: Getty Images