Atp Finals - Rublev passeggia contro Tsitsipas. Wta Finals, Sakkari in semifinale



by   |  LETTURE 1328

Atp Finals - Rublev passeggia contro Tsitsipas. Wta Finals, Sakkari in semifinale

I dubbi sulla condizione fisica di Stefanos Tsitsipas rimangono inalternati. Il campione edizione 2019 – alla prima torinese – fa quello che può contro Andrey Rublev. Poco, nella stragrande maggioranza dei casi.

Il tennista russo (che aveva vinto tre dei sette precedenti) favorito dalle condizioni di gioco, ed evidentemente anche da una maggiore consapevolezza, giganteggia con la battuta a disposizione e domina soprattutto il confronto da fondocampo.

Manco a dirlo vince 37 dei 41 punti con la prima a disposizione, non concede palle break e flirta con il break già in avvio. ‘Tsitsi’ macchia parallelamente il taccuino con diciassette gratuiti – solo di dritto – e non trova armi sufficientemente valide per impedire il doppio 6-4 che garantisce al russo la testa del Green Group insieme a Novak Djokovic.

Wta Finals, Sakkari in semifinale a scapito di Sabalenka. Badosa tira il fiato

Maria Sakkari vince lo spareggio con Aryna Sabalenka e alla prima esperienza in carriera alle Wta Finals trova quanto meno posto tra le prime quattro.

Per la tennista greca, di nuovo sul sesto gradino del ranking, sono necessarie quasi tre ore di gioco. Anche perché non sfrutta un set di vantaggio e nemmeno una manciata di match point a disposizione nel decimo game del secondo.

Costretta al terzo, la greca recupera addirittura un break di svantaggio e spezza soprattutto gli equilibri con un mega-parziale di 5-0. Nel momento del bisogno, Sabalenka perde completamente il servizio: difficile vincere con il 36% dei punti con la seconda palla e soprattutto con 19 doppi falli.

In semifinale la sfida con Anett Kontaveit, che ha vinto cinque degli undici precedenti e soprattutto il più recente (in finale) a Ostrava. Totalmente ininfluente ai fini del girone il successo di Iga Swiatek ai danni di Paula Badosa.

Già sicura del primo posto, ed evidentemente anche della sfida con Garbine Muguruza, la tennista spagnola gioca senza troppa convinzione. Il 7-5 6-4 che matura alla soglia delle due ore di gioco è praticamente una conseguenza logica. Photo Credit: Getty Images