Atp Finals Torino - Berrettini chiede di spostare il match con Hurkacz



by   |  LETTURE 7372

Atp Finals Torino - Berrettini chiede di spostare il match con Hurkacz

Matteo Berrettini continuerà la sua avventura alle Nitto Atp Finals di Torino o quel ritiro per (possibile/probabile) infortunio al debutto con Zverev gli ha negato la possibilità di concludere l’esperienza nella competizione riservata ai migliori otto tennisti del mondo? Un interrogativo a cui tutti gli appassionati e l’Italia chiedono presto una risposta ufficiale, che sia magari positiva per le sorti del 25enne romano, che ha lottato tantissimo durante tutta la stagione per meritarsi quel sesto posto nella classifica ‘Race’ e ora vede sfumare il solo sogno di proseguire il torneo per un problema fisico.

Le immagini hanno commosso tanti, compreso sicuramente gli spettatori presenti numerosi al PalaAlpiTour: dopo un buonissimo primo set, perso a un tiratissimo tie-break, l’azzurro si è fermato definitivamente al secondo gioco per un dolore agli addominali, stessa zona del corpo che ha creato problemi a inizio 2021 agli Australian Open.

La delusione e le lacrime dell’italiano, un po’ consolato dal campione olimpico, hanno fatto il resto in una serata che si pensava di primo impatto potesse essere negativamente importante per ‘The Hammer’.

Gli ultimi aggiornamenti

Giornata ovviamente decisiva per il destino di Berrettini alle Finals. L'atleta allenato da Vincenzo Santopadre ha effettuato intorno alle 14 una risonanza per cercare di capire se l’entità dell’infortunio è così grave da impedirgli il ritorno in campo.

L’allenamento previsto alle ore 15 è stato naturalmente cancellato, anche se su questo aspetto c'erano pochi dubbi. La novità rilevante è arrivata alla pubblicazione dell’ordine di gioco di martedì 16 novembre, che rappresenta la seconda giornata del gruppo rosso.

Il romano aveva chiesto agli organizzatori di posticipare il suo prossimo match col polacco Hubert Hurkacz dalle 14 alle 21 (come inizialmente era in programma), anticipando di conseguenza quello tra il russo Daniil Medvedev e il tedesco Zverev.

La decisione è stata accolta e dunque il ‘main event’ prevedrà un italiano (bisognerà comprendere se Berrettini o Sinner) contro il vincitore del Master 1000 di Miami. Una richiesta quella del numero 6 del mondo che fa ben sperare i sostenitori italiani in merito alle sue condizioni fisiche, o quanto meno lascia aperto uno spiraglio che il giocatore 25enne possa proseguire le Finals.