Next Gen Atp Finals - Korda non fa regali, fuori Musetti. Alcaraz rimane imbattuto



by   |  LETTURE 1107

Next Gen Atp Finals - Korda non fa regali, fuori Musetti. Alcaraz rimane imbattuto

La vittoria, netta, di Sebastian Baez ai danni di uno scarico Hugo Gaston dà a Lorenzo Musetti poche chance di qualificazione. Per superare il taglio dei gironi, il talentino azzurro avrebbe avuto bisogno di un successo ai danni di Sebastian Korda.

Intendiamoci: di un 3-0 o di un 3-1. Ecco, non è andata proprio così. Il ventunenne statunitente - che come da logica delle cose ha quasi sempre avuto il controllo della faccenda - ha agganciato le semifinali grazie a un rocciosissimo 4-2 4-3(4) 4-2, condito realmente solo da qualche patema nel secondo mini-set.

A Musetti non bastae videntemente nemmeno la migliore partita della settimana. "Deluso dal risultato ma contento per la stagione" ha poi spiegato in conferenza stampa con grande umiltà il diciannovenne carrarese.

Alcaraz rimane imbattuto, si qualifica Nakashima

Carlos Alcaraz perde un set ma annota sul taccuino delle vittime anche Juan Manuel Cerundolo. Il talentino spagnolo - il primo da Nadal nel 2004 a raggiungere 30 vittorie in una singola stagione - chiude indenne il Gruppo A e supera il turno insieme a Brandon Nakashima, in rotta di collisione in semifinale con il connazionale.

Lo statunitense vince di fatto la sfida da dentro-o-fuori con Holgar Rune, che tra le altre cose non sfrutta un break di vantaggio né nel terzo né nel quarto mini-set.

Atp Stoccolma, doppio 'derby' in semifinale

Felix Auger Aliassime fa 100 nel circuito maggiore e certifica la Top 10 mondiale.

Il canadese, a caccia del primo titolo in carriera, dopo il netto successo ai danni di Van de Zandschulp se la vedrà in semifinale con Denis Shapovalov, giustiziere di Arthur Rinderkneck nella parte finale di giornata.

Se da una parte sarà 'Canada-Canada' dall'altra sarà 'Usa-Usa' con Frances Tiafoe e Tommy Paul. Da registrare proprio la vittoria del ventiquattrenne del Jersey che tampona il tentativo di fuga di Andy Murray e che chiude sul 6-2 3-6 6-3 dopo quasi due ore di gioco. Photo Credit: Getty Images