Atp Vienna - Sinner non si ferma e liquida Opelka in due set. Bene anche Sonego



by   |  LETTURE 2084

Atp Vienna - Sinner non si ferma e liquida Opelka in due set. Bene anche Sonego

Dal titolo di doppio vinto in coppia ad Atlanta lo scorso agosto alla prima sfida di singolare da avversari il passo è breve. Jannik Sinner e Reilly Opelka, dopo l’esperienza vincente vissuta nello stato americano della Georgia, si sono ritrovati l’uno contro l’altro al primo turno del torneo ATP 500 di Vienna.

A fare la differenza sono state le motivazioni e la freddezza dell’altoatesino, che ha risposto sul campo a chi lo vedeva in difficoltà alle prese con i big server. L’italiano ha ottenuto la quinta vittoria consecutiva, confermato il suo eccellente stato di forma all’esordio sul Campo Centrale dell’Erste Bank Open e lanciato un forte messaggio a tutti gli avversari ancora in corsa per le Finals di Torino.

ATP Vienna: Sinner non si ferma. Bene Sonego

Nel primo set, Sinner ha subito messo le cose in chiaro e sul 2-2 ha sempre spedito la palla con profondità dall’altra parte della rete nonostante le continue fucilate di servizio del gigante americano.

A spostare gli equilibri è stato proprio il quinto game, che ha visto l’azzurro piegare Opelka con un chirurgico passante di rovescio. Sinner non ha avuto problemi a gestire il break di vantaggio e ha chiuso il set con determinazione sul 6-4.

La seconda frazione di gioco è iniziata e terminata allo stesso modo della prima. Sempre nel terzo game, Sinner ha alzato il livello e inchiodato Opelka con una serie di risposte fulminanti. Il break questa volta è arrivato con la complicata del rivale, che ha spedito sotto rete un comodo dritto da fondo campo.

Il 20enne ha poi sorpreso ancora Opelka in risposta e posto fine alla disputa con un sonoro 6-4, 6-2. Grazie al successo odierno, Sinner è a due vittorie dal sorpasso a Hubert Hurkacz nella Race to Turin; sorpasso che gli consentirebbe di occupare momentaneamente l’ultimo posto disponibile per il Torneo dei Maestri .La giornata degli azzurri era partita già col piede giusto dal primo match di giornata.

Lorenzo Sonego ha cominciato nel migliore dei modi la campagna di difesa della finale raggiunta lo scorso anno a Vienna, in un torneo che lo vide battere addirittura il numero uno del mondo Novak Djokovic. Il torinese, che avrebbe dovuto esordire contro Garin, ha debuttato contro Dominik Koepfer, lucky loser tedesco mai affrontato prima d’ora in carriera.

Entrambi hanno mostrato grande solidità al servizio fino al 3-2, quando Koepfer ha commesso due errori gratuiti sul 40-15 e concesso a Sonego la prima palla break dell’incontro. Il tedesco è stato però bravo a chiudere la strada al suo avversario con un ottimo dritto incrociato.

Il piemontese ha continuato a ipnotizzare Koepfer nei suoi turni di battuta, nel primo parziale ha perso solo tre punti al servizio, e nel decimo game ha sfruttato senza esitare il set point concessogli dal rivale. Nella seconda parte di partita, Sonego è riuscito a tirarsi fuori dai guai nel game inaugurale e ha poi sorpreso Koepfer in risposta con una serie di dritti esplosivi e precisi nel quarto gioco.

Il tennista classe 1995 non ha tremato e ha amministrato alla perfezione il suo vantaggio. Litaliano ha trovato la vittoria numero 28 del suo 2021 e guadagnato l’accesso agli ottavi di finale dell’evento austriaco, dove cercherà di fermare Casper Ruud e aiutare Sinner in ottica Finals.