Atp Anversa - Sinner avanti tutta: è in semifinale, battuto Rinderknech



by   |  LETTURE 1827

Atp Anversa - Sinner avanti tutta: è in semifinale, battuto Rinderknech

Jannik Sinner vendica la sconfitta in primaversa sulla terra di Lione, supera Rinderknech per 64, 6-2 e vola in semifinale anche nel '250' di Anversa dove troverà ad attenderlo Lloyd Harris per la prima volta in carriera.

Una vittoria ulteriore per alimentare con punti e vittorie il sogno Atp Finals. Per l'azzurro si tratta della sesta semifinale a livello Atp considerando il solo 2021. Sinner fa le prove tecniche di fuga già sull’1-1, ma il break acciuffato viene immediatamente restituito al francese.

Tornati in parità, l’azzurro replica con un altro game formidabile in risposta che gli consegna il nuovo allungo. Stavolta Sinner difende con agio il servizio fino al 5-4 quando Rinderknech allunga sul 15-40, ma il tentativo di riaprire il set viene restituito al mittente da un grande Sinner che con personalità cancella le chance di controbreak e, tenendo un ritmo folle da fondo campo, chiude il set sul 6-4.

Il secondo set parte sulla falsariga di quanto visto nel primo: un altro game prepotente consegna a Sinner il break in avvio anche nel secondo set e, stavolta, arriva il bis - che era mancato nella prima frazione - sul 4-2 che consente all'altoatesino di chiudere poco dopo con un agile 6-2 che lo spedisce in semifinale.

Ricordiamo che, in caso di vittoria del torneo, l'altoatesino resterebbe comunque dietro a Hurkacz, ma sorpasserebbe Norrie. Valgono poco più di una sgambata i 62 minuti di cui Camila Giorgi ha bisogno per liberarsi della flebile resistenza di Arantxa Rus.

6-1 6-1 facile facile per accedere alla terza semifinale della sua stagione dopo quella raggiunta sull’erba di Eastbourne e l’altra – di ben altro spessore – a Montreal, dove poi ha vinto il torneo.

Ha ben poco senso soffermarsi ulteriormente su un match che è stato in equilibrio soltanto nei due game iniziali del primo e del secondo set, prima degli allunghi dell’azzurra che è scappata senza concedere più nulla alla rivale olandese. Camila chiude un match impeccabile con un insolito ‘zero’ alla voce palle break concesse.