Atp/Wta Indian Wells - Norrie completa l'opera. Badosa 'regina' nel deserto



by   |  LETTURE 1593

Atp/Wta Indian Wells - Norrie completa l'opera. Badosa 'regina' nel deserto

La finale delle sorprese la vince Cameron Norrie. Dopo aver annotato sul taccuino delle vittime Tennys Sandgren, Roberto Bautista Agut, Tommy Paul, Diego Schwartzman e Grigor Dimitrov, il britannico recupera un set e un break di svantaggio anche a Nikoloz Basilashvili.

Il georgiano, che con un mega-parziale di 5-1 rimedia a una situazione di 1-3, si affaccia di fatto sul 2-1 anche nel cuore del secondo set con la battuta a disposizione. Norrie, che si rimette immediatamente in carreggiata, ribalta completamente le gerarchie nel decimo game.

Lo 0-30 è figlio di due piccoli capolavori tattici, il 6-4 conseguenza logica di tutte le paure di Basilashvili. Che nel corso del deciding set fa praticamente in tempo solo a smuovere lo zero dalla casella dei game.

Alla soglia delle due ore di gioco Norrie sigilla il successo - il più importante in carriera - con un roboante 4-6 6-4 6-1 e diventa il primo tennista britannico a trionfare nel deserto californiano. Greg Rudeski (1998), Tim Henamn (nel 2002 e nel 2004) ed Andy Murray (nel 2009) non erano andati oltre la finale.

Norrie fa ovviamente un balzo enorme nel ranking. Manco a dirlo scalza Jannik Sinner dalla tredicesima posizione mondiale e lo scavalca anche nella Race. Con 2840 (circa 500 più del talentino azzurro) si mette immediatamente alle spalle di Casper Ruud e Hubert Hurkacz.

Distanti rispettivamente 175 punti e 115 punti.

Badosa 'regina' nel deserto

La partita del torneo, forse della stagione. Paula Badosa nega a Viktoria Azarenka la possibilità di diventare la prima tennista della storia a trionfare in tre occasioni a Indian Wells.

E lo fa con grande stile, nonostante qualche problema di troppo con la battuta a disposizione. La tennista spagnola, che sopravvive a un complicatissimo tie break iniziale, tira il fiato nel corso del secondo e ritorna a fare corsa di testa nel terzo.

Anche se si ritrova a rispondere per rimanere nel match ai piedi del tie break. Vika - che si porta sul 30-0 nel corso del decimo game - perde completamente il controllo della faccenda da fondocampo e con quattro gratuiti rimette in carreggiata l'avversaria.

Brava poi a rimanere lucida e a garantirsi quanto meno il 6-5. La bielorussa aggancia il tie break, ma paga un handicap di 0-3 che si trasforma rapidamente in 1-5. Con lo schema servizio-dritto, alla prima occasione utile, Badosa acchiappa il 7-6(5) 3-6 7-6(2) e vince il secondo titolo in stagione.

Successo, quello nel deserto californiano, che le consente di avvicinarsi alla Top 10 (a cui è ancora aggrappata Naomi Osaka) e soprattutto di occupare la piazzola numero otto della Race. Photo Credit: Getty Images