Atp Indian Wells - Berrettini tradisce Sinner, avanza Fritz. Tsitsipas batte Fognini



by   |  LETTURE 2498

Atp Indian Wells - Berrettini tradisce Sinner, avanza Fritz. Tsitsipas batte Fognini

Una giornata-no capita a tutti. Citofonare a casa Berrettini per maggiori informazioni. Il numero uno del gruppo Italia - a un passo dalla sfida con Jannik Sinner - fa da comparsa nel match con Taylor Fritz. Che tra le altre cose aveva vinto anche la sfida di Davis nel 2019 in Spagna.

Berrettini, a corto di idee da fondocampo e negativo soprattutto con il servizio, perde cinque dei primi sei game e riesce in qualche modo ad affacciarsi fino al 4-5 grazie al sostegno dello statunitense. Bravo, comunque, a sfruttare la terza opportunità utile con un turno di battuta a zero.

Berrettini manca una chance per il 2-1 nel corso del secondo e fa poi praticamente in tempo a rendere il passivo accettabile. Anche se in realtà si ritrova a cancellare tre match point sul 2-5. Il 6-4 6-3 finale lascia poco spazio alle interpretazioni.

Rimandata quindi la qualificazione alle Atp Finals e soprattutto 'la prima' con Sinner. La splendida illusione di Fabio Fognini dura un set. Il talento azzurro, a caccia del secondo ottavo di finale in carriera nel deserto californiano, nel late night show con Stefanos Tsitsipas (condito come al solito da qualche polemica a causa delle continue situazioni di coaching del greco) schizza sul 6-2 con una prestazione gigante (e da gigante) e dilapida un break di vantaggio anche nel secondo.

'Tsitsi' vince cinque degli ultimi sei game, cancella una manciata di chance per lo 0-2 e con un break sul 2-2 traccia la via per la vittoria. Finisce 2-6 6-3 6-4. Andy Murray mette i bastoni fra le ruote ad Alexander Zverev.

Non vince, sì, ma risponde in maniera brillante all'appello. Il tre volte campione Slam - che dilapida un vantaggio di 3-0 nel corso del primo set e di 3-1 nel cuore del secondo - gioca una partita a tratti commovente.

'Sascha' per trovare le chiavi per il 6-4 7-6(4) finale - condito da un match point surreale - ha veramente bisogno degli straordinari.

Svitolina, Swiatek e Fernandez fuori

Il listone delle sorprese si riempie nel tabellone femminile.

Elina Svitolina raccoglie due game contro Jessica Pegula, Iga Swiatek cede a Jelena Ostapenko nella sfida tra campionesse del Roland Garros, la volata finale si rivela fatale per Leylah Fernandez nella sfida con Shelby Rogers.

Paula Badosa - adatta alle complicatissime condizioni del deserto californiano - beffa invece Barboa Krejcikova e raggiunge ai quarti di finale Angelique Kerber. Rispetta il pronostico senza particolari difficoltà la sola Viktoria Azarenka: battuta con un rocciosissimo 6-4 6-3 la connazionale Aliaksandra Sasnovich.
Photo Credit: Getty Images