Atp Indian Wells - Berrettini, Fognini e Sinner avanti. Fuori Sonego e Mager



by   |  LETTURE 1134

Atp Indian Wells - Berrettini, Fognini e Sinner avanti. Fuori Sonego e Mager

Il battaglione azzurro occupa il deserto di Indian Wells nello spezzone iniziale di giornata. Di tre vittorie e due sconfitte il bilancio. Matteo Berrettini, ovviamente il numero uno del gruppo, tiene a bada il qualificato cileno Alejandro Tabilo, Jannik Sinner si sbarazza senza difficoltà di John Millman, Fabio Fognini sopravvive invece alla complicatissima sfida con Jan-Lennard Struff.

Niente da fare per Gianluca Mager e Lorenzo Sonego. Berrettini ha bisogno di novanta minuti per acchiappare la prima vittoria in carriera sul cemento di Indian Wells. Ed è il servizio – come nella stragrande maggioranza dei casi – a risolvere i problemi.

Il tennista azzurro concede in totale due palle break: in entrambi i casi a un passo dal traguardo. Piazza un ace sul 5-4 30-40 nel primo set e fa lo stesso ai piedi del jeu decisif nel secondo. Il 6-4 7-5 è praticamente una conseguenza logica.

Ad attendere il romano al terzo turno Taylor Fritz, giustiziere del connazionale Brandon Nakashima. Sostanzialmente priva di sbavature la prova di Sinner, che aggancia il break del 3-1 nel cuore del primo set con uno splendido passante di rovescio (figlio di uno scambio massacrante da fondocampo) e che non ha problemi a gestire la faccenda.

Il 6-2 6-2 finale lascia poco spazio alle interpretazioni. L’azzurro, che si è subito adattato alle condizioni di Indian Wells dopo la settimana vincente a Sofia, affronterà al terzo turno John Isner per la rivincita del match di Cincinnati.

Fognini chiede e ottiene il sostegno del servizio alla ‘prima’ sul cemento di Indian Wells. Nonostante un passaggio a vuoto nel corso del secondo, il ligure spezza gli equilibri sul 3-3 nel deciding set e con un parzialone di 3-0 (condito da due break) si affaccia sul 6-4 4-6 6-3 e aggancia Stefanos Tsitsipas, che ha ovviamente vinto entrambi i precedenti.

Gael Monfils ritrova Mager e non apporta particolari modifiche al programma. Dal 6-2 6-2 di Sofia passa infatti al 6-4 6-2 a Indian Wells. Lotta, ma non trova una soluzione, Sonego, battuto nella sfida dei tie break da Kevin Anderson.

Da registrare la vittoria di Alexander Zverev (ufficialmente qualificato per le Finals) ma soprattutto quella di Andy Murray, che dopo la passeggiata di salute con Adrian Mannarino conferma il buonissimo periodo di forma anche contro Carlos Alcaraz.

Manco a dirlo, il tre volte campione Slam recupera un set di svantaggio e si accomoda sul 5-7 6-4 6-4 alla soglia delle tre ore del mondo. Mantenendo anche una certa freschezza fisica. Nel calderone degli highlights anche un 'underarm ace' Photo Credit: Getty Images