Atp/Wta Indian Wells - Grande Paolini, esordio vincente. Due azzurri qualificati



by   |  LETTURE 2085

Atp/Wta Indian Wells - Grande Paolini, esordio vincente. Due azzurri qualificati

Un bilancio tutto sommato positivo quello che chiude l’Italtennis nella serata/nottata nel maxi-torneo di Indian Wells, eccezionalmente traslato a ottobre. Nel femminile Jasmine Paolini vince il match di primo turno e avanza al secondo turno dove troverà Mertens, mentre nelle qualificazioni del torneo maschile arrivano le vittorie di Salvatore Caruso e Roberto Marcora (nel derby contro Viola) e la sconfitta di Andrea Arnaboldi.

In attesa del main draw maschile – al via nella giornata di oggi – l’Italia scalda i motori con Jasmine che continua nell’ottimo momento di forma ed è brava a confermare i favori del pronostico e liberarsi della qualificata giapponese Mai Hontama per 6-0, 3-6, 6-2.

Primo set sublime dell’azzurra, chiuso col punteggio-simbolo dell’umiliazione tennistica. Avanti 6-0 3-2, tuttavia, la giornata perfetta di Paolini si interrompe bruscamente da un filotto di quattro game consecutivi della giapponese che pareggia i conti e forza la questione al terzo set.

Qui, però, Jasmine torna sin da subito padrona delle operazioni e del punteggio: mette due break di distanza tra sé e la Hontama e sigilla sul 6-2 la vittoria che la manda al secondo turno dove, come detto, troverà Elise Mertens, 14sima testa di serie e soprattutto avversaria che l’italiana non ha mai battuto nei tre precedenti disputati sin qui.

Il bilancio delle qualificazioni è in parità: due vittorie, due sconfitte, con un derby in mezzo. Accedono al main draw del Masters 1000 californiano Caruso e Marcora. Il siciliano – da seconda testa di serie del seeding cadetto - fa ciò che deve contro l’ecuadoregno Quiroz e lo liquida con un doppio 6-4.

Vittoria in due set anche per Marcora – 6-2, 7-5 lo score - nel derby contro Viola, mentre saluta la compagnia Andrea Arnaboldi che si fa beffare in tre set da Olivo. Peccato perché il canturino aveva clamorosamente rimesso in piedi un match perso (era indietro un set e un break) vincendo al tie-break il secondo set con tanto di matchpoint annullato.

Purtroppo Arnaboldi non è riuscito a completare la rimonta ed è stato costretto a cedere per 6-3 contro l’argentino.