Atp San Diego - Ruud domina Sonego. In semifinale c'è anche Dimitrov!



by   |  LETTURE 1655

Atp San Diego - Ruud domina Sonego. In semifinale c'è anche Dimitrov!

Nulla da fare per Lorenzo Sonego: Casper Ruud è troppo solido e troppo in forma in questo momento dell’anno. Il norvegese travolge l’azzurro col punteggio di 6-1, 6-4 e mette in cascina ulteriori punti che lo spingono nella corsa alle Atp Finals di Torino.

Match sostanzialmente perfetto quello di Ruud che, dopo aver dominato il primo set, conquista nelle fasi iniziali il break di vantaggio anche nel secondo e lo custodisce preziosamente fino alla fine concedendo – e annullando – due palle break soltanto nell’ottavo game.

Per il tennista torinese si tratta della seconda sconfitta su due contro Ruud dopo quella arrivata sulla terra del Foro Italico nel 2020. Ruud si giocherà il posto in finale con un ritrovato Grigor Dimitrov. Il bulgaro ha vinto un match da montagne russe contro Karatsev col punteggio di 6-1, 1-6, 6-2 e tornerà a giocare una semifinale a distanza di un anno dall’ultima volta.

È un no-contest il match che apre il programma dei quarti di finale di San Diego. Cameron Norrie fa un sol boccone di Denis Shapovalov e bissa la vittoria già ottenuta ai danni del canadese sull’erba del Queen’s.

Sul cemento californiano il passivo per Shapovalov è decisamente più severo: non c’è storia nel 6-3 6-1 inflitto dal giocatore britannico al più talentuoso e giovane rivale. È il canadese ad avere la prima palla break della partita ma, non trasformata, crolla a picco vincendo soltanto uno dei successivi dieci game.

Norrie contenderà un posto in finale ad Andrey Rublev, primo giocatore del seeding e maggior accreditato al successo finale. Il russo ritrova Diego Schwartzman, incontrato – e battuto – qualche giorno fa durante la Laver Cup di Boston.

L’epilogo è lo stesso: Rublev chiude la questione in due set diversissimi tra loro: il primo lo domina e lo vince per 6-1 mettendo addirittura tre break di distanza tra sé e l’argentino, mentre il secondo è una lotta serrata col ‘Peque’ che non molla fino al 7-5 che spedisce il russo in semifinale.