Per il secondo anno di fila un vincitore diverso dai Big3 nello stesso slam



by   |  LETTURE 2515

Per il secondo anno di fila un vincitore diverso dai Big3 nello stesso slam

Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer hanno dominato il circuito degli slam per quasi vent’anni. Con il termine “big three” coniato a posta per simboleggiare la loro superiorità rispetto al resto dei tennisti, una superiorità che nelle partite 3 set su 5 non è mai stata messa in dubbio da nessuno.

Eppure, l’edizione 2021 degli Us Open ci consegnato per il secondo anno di fila sul cemento americano un vincitore diverso dai tre immensi big. L’anno scorso, infatti, a trionfare a Flushing Meadows fu Dominic Thiem che, come Daniil Medvedev quest’anno, portava a casa il suo primo major ed entrava nello speciale club dei vincitori Slam.

L’ultima volta che in due edizioni consecutive di uno dei quattro slam a trionfare non fu nessuno dei 3 risale al 2003/2004, quando sulla terra rossa del Roland Garros ancora non era arrivato Nadal e a vincere i trofei furono Ferrero (nel 2003) e Gaudio (2004).

Un dominio terminato?

Novak Djokovic non è riuscito a reggere il peso della storia. Le gambe non hanno retto e come mattoni hanno trascinato il serbo numero uno al mondo in un vortice negativo, nel corso di una partita che sembrava averlo messo di fronte al mondo intero, che tutto si sarebbe aspettato, meno che una debacle come quella patita contro Medvedev.

Tutti erano pronti a vedere la storia riscritta: il Grande Slam che mancava dal 9 settembre 1969, quando il vecchietto che era in tribuna a New York riusciva a portare a casa tutti e 4 i major nello stesso anno solare. Si tratta ovviamente di Rod Laver, che la prossima settimana sarà presente a Boston in occasione del torneo che porta il suo nome e cognome.

Invece, sembra che il dominio dei big 3 possa essere arrivato alla fine. La vera domanda è: come potrà Djokovic rialzarsi dalla sconfitta più pesante della sua carriera? Nadal riuscirà a rimettersi in piedi in tempo per regalare ai tifosi un’altra vittoria francese? Il fisico di Federer può reggere due settimane di tennis a livello slam? Solo il tempo potrà rispondere a queste domande.