Olimpiadi Tokyo - Nishikori torna grande in casa: Rublev ko. Tsitsipas e Zverev ok



by   |  LETTURE 3838

Olimpiadi Tokyo - Nishikori torna grande in casa: Rublev ko. Tsitsipas e Zverev ok

In attesa degli impegni di Fabio Fognini e Lorenzo Sonego, il torneo olimpico maschile prosegue non senza sorprese ma, del resto, tutti i giocatori hanno parlato delle condizioni eufemisticamente difficili di Tokyo e, quindi, era inevitabile arrivasse qualche scivolone non previsto.

Anzitutto da segnalare il forfait di Andy Murray, colui che detiene gli ultimi due ori olimpici (Londra 2012 e Rio 2016), che ha deciso di ‘mollare’ il singolare e rimanere in gara in doppio. Lo scozzese avrebbe dovuto affrontare Felix Auger-Aliassime che, invece, ha clamorosamente perso in due set contro Purcell.

Nessun problema, invece, per Alexander Zverev che ha disposto del redivivo Lu lasciandogli una manciata di game, mentre ha dovuto faticare oltremodo Stefanos Tsitsipas – in evidente momento-no dopo lo straordinario Roland Garros – per piegare il veterano Kohlschreiber.

La vittoria più significativa della giornata odierna probabilmente è quella firmata da Kei Nishikori. Il giocatore di casa ritrova gli antichi splendori ed estromette dal torneo olimpico Andrey Rublev, vincendo addirittura in due set col punteggio di 6-3 6-4.

Per il russo si tratta della terza sconfitta in altrettante sfide contro Nishikori. Nulla da fare, invece, per Nishioka nell’altra sfida sull’asse Giappone-Russia. Il giocatore di casa vince il primo set contro Khachanov, ma poi il russo riesce a prendere le misure e uscire alla distanza sigillando la vittoria con un perentorio 6-2 6-1 nel secondo e terzo set.

Debutto con sconfitta per il novello sposo Gael Monfils che si fa beffare 7-5 al terzo set da Ivanshka. Nessun problema per Schwartzman che vince la sfida sudamericana contro il peruviano Varillas per 7-5 6-4, mentre fatica ancora meno il semifinalista di Wimbledon Hurkacz nel superare l’australiano Saville.

La Gran Bretagna, orfana di Andy Murray, si consola parzialmente con la vittoria di Broady che in apertura di giornata supera 6-2 al terzo l’argentino Cerundolo. Nel torneo di Los Cabos, invece, arriva finalmente il primo titolo Atp per Cameron Norrie che, dopo quattro ko in finale – tre dei quali nel solo 2021 – riesce ad alzare un trofeo battendo in una finale senza storia Nakashima.