Roland Garros - Sinner 'si salva' contro Herbert. Sarà derby con Mager



by   |  LETTURE 2095

Roland Garros - Sinner 'si salva' contro Herbert. Sarà derby con Mager

Non brilla, va sotto, si ritrova con le spalle al muro nel corso del quarto set, cancella un match point e ripristina le gerarchie nel rush finale. Anche in una giornata decisamente negativa, 6-1 iniziale a parte, Jannik Sinner riesce a spuntarla.

Pierre Hugues Herbert, che a un certo punto pare in totale controllo della faccenda, si ferma probabilmente sulla seconda delle quattro palle break che ha a disposizione sul 3-4 (nel quarto) e soprattutto sul rovescio che di sola paura sparacchia fuori sul match point.

Punteggio 4-5. Sinner, che non aveva mai vinto un match al quinto, con un altisonante 6-1 3-6 6-7(4) 7-5 6-4 supera il taglio del primo turno e raggiunge Gianluca Mager.

Sinner si salva, ma che fatica

Il tennista azzurro vince venticinque dei primi trentaquattro punti.

Il primo set è di fatto un contorno del tutto necessario: il divario pare francamente enorme. La partita assume nel complesso caratteri completamente differenti. Vuoi per i troppi errori (nove solo di dritto nel secondo) vuoi per la reazione del tennista francese.

Il talentino azzurro, che nelle fasi iniziali del terzo set chiede il consulto del medico a causa di una forte sensazione di debolezza, perde completamente gli appoggi e soprattutto la serenità. Herbert, senza nemmeno ricorrere agli straordinari, mette la testa avanti sul 2-2 e irrobustisce il vantaggio con un secondo break.

Con le spalle completamente al muro, Sinner lascia andare il braccio e recupera completamente lo svantaggio. Affacciandosi addirittura al tie break. Il talentino azzurro non apporta però particolari modifiche al progetto tattico e si ritrova a sbagliare più del necessario.

Dopo quattro punti contro il servizio, il padrone di casa recupera un ulteriore mini-break di svantaggio e con un parzialone di 4-0 acciuffa il 2-1. Il servizio non dà garanzie assolute a Sinner. Manco a dirlo, il numero due del gruppo Italia ha bisogno di recuperare dallo 0-40 sul 3-4 e di cancellare un match point sul 4-5.

Herbert, che sente il momento, nel game immediatamente successivo si lancia a rete senza troppa convinzione nei due estremi e commette due doppi falli nel mezzo. Sinner, chiamato a forzare la questione al quinto con la battuta a disposizione, non si disunisce e lascia per strada solamente un quindici.

Un break in avvio. Tanto basta a Sinner per chiudere i conti e per acciuffare il successo alla soglia delle quattro ore di gioco.

Mager si prende il derby

Peter Gojowczyk, battuto dallo spagnolo Mario Villela Martinez nelle qualificazioni, subentra a John Millman nel tabellone principale.

E Gianluca Mager non si lascia sfuggire la chance di acciuffare sulla terra di Parigi il quarto successo in carriera in un torneo dello Slam. Il tennista azzurro, che condensa la stragrande maggioranza delle difficoltà nel cuore del secondo set, cancella sette palle break a cavallo tra il settimo e l'undicesimo gioco nel corso del quarto ed evita addirittura il jeu decisif. Sigillando di fatto il successo sul 6-2 4-6 6-3 7-5.