Atp Parma - Sorprese negative da Musetti e Sonego. Avanti Cecchinato



by   |  LETTURE 2383

Atp Parma - Sorprese negative da Musetti e Sonego. Avanti Cecchinato

All’Emilia-Romagna Open, nel primo match di giornata, Flavio Cobolli ha giocato una fantastica partita e messo in seria difficoltà Jan-Lennard Struff, attuale numero 42 del mondo. L’italiano ha iniziato bene e ha subito strappato il servizio al sua avversario senza esitare; break che non è però bastato a spostare definitivamente gli equilibri nel primo parziale.

Dal 3-4, il tedesco ha infatti conquistato tre game consecutivi e alzato la testa. Anche nel secondo set Cobolli ha trovato il break in apertura, ma questa volta non è crollato e, dopo il contro break ottimizzato da Struff, è stato bravo a riportarsi avanti e chiudere in scioltezza.

L’ultimo e decisivo set è stato molto combattuto e solo il tie-break ha consegnato la vittoria al tennista tedesco.

Avanza Cecchinato. Fuori Musetti e Sonego

È arrivata un’altra convincente vittoria per Marco Cecchinato.

L’azzurro si è liberato in due set di Aljaz Bedene e raggiunto virtualmente la top 100. Cecchinato ha giocato in maniera impeccabile i primi tre game della partita e ha condotto il gioco senza problemi fino al 5-3, quando ha ceduto la battuta a causa di un brutto errore di rovescio.

Dopo aver perso tre game consecutivi, l'italiano ha però reagito alla grande ed evitato il tie-break. Nella seconda frazione di gioco si è visto un solo giocatore in campo. Il giocatore classe 1992 ha infatti controllato gli scambi e lasciato solo due game a Bedene.

Il cammino di Lorenzo Musetti a Parma ha invece subito una brusca frenata. Il diciannovenne è stato due volte avanti di un break nel primo set, ma sul punteggio di 3-1 non ha più trovato il suo tennis ed è incappato in una serie di errori gratuiti che lo hanno portato a perdere cinque game di fila e di conseguenza il set.

La chiave del secondo parziale è da ricercare nel lunghissimo secondo game e non nel pessimo turno di battuta con cui Musetti ha inaugurato la disputa. Yoshihito Nishioka ha letteralmente spento Musetti annullando quattro palle break: tre grazie al servizio e una grazie a uno splendido passante di dritto.

Da quel momento, il giapponese si è liberato di tutta la pressione iniziale e ha meritatamente portato a casa un’importantissima vittoria. Il pomeriggio parmigiano continua piuttosto male per i colori azzurri.

In chiusura di programma, infatti, Lorenzo Sonego cede in due set a Sebastian Korda. Dopo le imprese romane, dove si è spinto fino alla semifinale persa di misura contro Novak Djokovic, il torinese cede di schianto il primo set giocato nel 250 di Parma dove era la prima testa di serie.

Korda vince i primi cinque game per chiudere qualche minuto più in là sul 6-1. Decisamente più equilibrato il secondo set dove Sonego riesce a fare corsa di testa col servizio e pure ad avere un setpoint sul 5-4 su cui fa buona guardia l'americano grazie alla prima di servizio.

La chance non sfruttata diventa rapidamente presagio di sconfitta per Lorenzo che, poco dopo, cede la battuta sul 5-5 e si consegna poi sul 7-5 timbrato da Korda con un meraviglioso lungolinea di rovescio.