Atp Ginevra - Ruud stende Shapovalov e vince il torneo. Gauff trionfa a Parma



by   |  LETTURE 2310

Atp Ginevra - Ruud stende Shapovalov e vince il torneo. Gauff trionfa a Parma

All’Emilia-Romagna Open è arrivato il secondo titolo WTA per la giovanissima Cori Gauff. Dopo il successo ottenuto contro Jelena Ostapenko nel 2019 a Linz, quando riuscì a vincere entrando in tabellone addirittura da lucky loser, la giocatrice americana ha conquistato il suo primo torneo sulla terra battuta battendo con il punteggio di 6-1, 6-3 una spenta Wang Qiang.

Gauff ha impiegato un’ora e quattordici minuti per liberarsi della sua avversaria. Nel primo set, la diciassettenne ha inciso con il rovescio e controllato il parziale dal primo all’ultimo scambio. Sotto 3-0, la cinese ha recuperato dallo 0-30, vinto il suo primo game e provato a rientrare in partita.

I suoi sforzi, però, non sono serviti a nulla, perché Gauff ha continuato a tirare vincenti su vincenti e a gestire in maniera perfetta i suoi turni di battuta. Quando è arrivato il momento di servire per il primo set, Gauff ha poi dovuto annullare tre palle break dopo aver commesso due doppi falli consecutivi prima di chiudere sul 6-1.

Nella seconda frazione di gioco è stata Wang a procurasi le prime opportunità in risposta nel quarto game, ma anche questa volta non è riuscita ad incidere e ha ceduto il servizio nel gioco successivo.

Quella del quarto game si rivelerà l’ultima chance per la tennista cinese, che ha visto così sfumare il suo primo successo nel circuito maggiore. Ottima invece la prestazione di Gauff, che conferma i passi in avanti compiuti negli ultimi mesi.

Ruud e Gauff vincono il secondo titolo in carriera

A Ginevra, ad aggiornare la statistica sui titoli vinti in carriera nel Tour ATP è stato Casper Ruud, che dopo il torneo vinto a Buenos Aires nel 2020, è tornato a trionfare sulla terra battuta.

Il norvegese ha sconfitto Denis Shapovalov in due set. Nessuno dei due giocatori è riuscito ad incidere in risposta nel primo set. Prima che il parziale raggiungesse il sacrosanto tie-break, Shapovalov è stato in grado di vincere solo quattro punti sul servizio dell’avversario; Ruud ha fatto leggermente meglio, perché di punti ne ha portati a casa sette.

Il primo a mostrare le sue emozioni nel tie-break è stato il canadese, che sotto 2-3 ha sbagliato una semplice volèe e spedito oltre la linea di fondo un comodo dritto. È toccato poi a Ruud lasciare spazio alle paure: il norvegese ha gettato letteralmente alle ortiche quattro set point, salvo poi chiudere il parziale sull’8-6 complice anche la volèe di rovescio spedita sotto rete dal suo avversario.

È stato il quinto game a spostare definitivamente gli equilibri nel secondo atto della sfida e a far registrare le prime palle break della partita. Ruud ha sbagliato quattro risposte nelle quattro occasioni concessegli da Shapovalov in risposta, ma ha comunque operato il break grazie alla volèe di rovescio sbagliata dal canadese, che sbaglia ancora una volta un colpo decisivo a rete.Ruud non ha tremato al servizio nei successivi game e ha meritatamento vinto l'evento svizzero.

A sfidare in finale Stefanos Tsitsipas al torneo ATP 250 di Lione sarà infine Cameron Norrie. Il britannico ha dominato la semifinale contro un irriconoscibile Karen Khachanov, che ha vinto un solo game a set.