Atp Roma - Impresa Sonego, si inchina Thiem. Sarà quarto di lusso con Rublev



by   |  LETTURE 4620

Atp Roma - Impresa Sonego, si inchina Thiem. Sarà quarto di lusso con Rublev

La vittoria contro Novak Djokovic, semplicisticamente la più prestigiosa in carriera, gli aveva consentito di superare il taglio dei quarti di finale a Vienna. Quella contro Dominic Thiem a Roma, sul Grandstand, gli ha dato invece la chance di raggiungere i primi otto.

Verrebbe a dire in circostanze completamente differenti. Lorenzo Sonego, che per i primi due set si ritrova a lottare con il sostegno del pubblico, sopravvive alla maratona-della-vita con Dominic Thiem sul Grandstand e alla soglia delle tre ore e trenta di gioco la spunta con un surreale 6-4 6-7(4) 7-6(5).

Il torinese – che aveva già raggiunto i quarti in un ‘1000’ a Monte-Carlo ventiquattro mesi fa – non sfrutta un break di vantaggio nel corso del deciding set e un break nel deciding set addirittura lo recupera.

Riuscendo a ribaltare completamente le gerarchie nel finale nel momento di massica. Ad attenderlo ci sarà Andrey Rublev, giustiziere di Roberta Bautista Agut.

Il match

Sonego è semplcisticamente un mostro di continuità.

Se non altro per un set e mezzo. In realtà il tennista azzurro non sfrutta una manciata di palle break nel quinto gioco, ma assesta la spallata decisiva nel settimo e difende gli ultimi due turni di battuta in maniera perfetta.

Recuperando addirittura uno svantaggio di 15-30 nel finale. Thiem, al solito altelenante, limita considerevolmente il numero degli errori non forzati nel corso del secondo set. E trova soprattutto delle armi per resistere al pressing da fondocampo.

Nonostante le circostanze, il tennista austriaco si ritrova sul 15-40 nel corso del nono game e ha bisogno del supporto della prima di servizio per tamponare i danni. Chiamato a servire per rimanere nel secondo set – manco a dirlo sul 30-30 – il torinese si cava invece fuori dai guai con carattere e soprattutto con un ace.

Thiem non risolve completamente i problemi, ma cancella due palle per il 5-6 e si aggrappa quanto meno al tie break. Nonostante qualche disastro nei pressi della rete, “Sonny” riesce parallelamente a rimediare a una quasi disperata situazione di 15-40 e soprattutto a cancellare un altro set point.

Thiem – che fa della solidità una delle armi principali – non sfrutta un vantaggio di 4-1, si ritrova sul 4-4, ma chiude comunque alla prima opportunità utile. Dopo una pausa di circa venuti, necessari per allontanare il pubblico dagli spalti causa-coprifuoco, Sonego si presenta al terzo set con un turno di battuta a zero e un break.

Finita? Macché. Nel momento di massima difficoltà, Thiem rientra in carreggiata e con un mega-parziale di 4-0 ribalta completamente le gerarchie. Il tennista austriaco si affaccia sul 5-3 e sciupa un match point, ma soprattutto lascia per strada il servizio a un piede dal traguardo.

"Sonny" rimette la testa avanti con un solidissimo turno di battuta e si aggrappa quanto meno al tie break. Il torinese non sfrutta un vantaggio di 2-0 e di 5-3, ma approfitta sul 5-5 di una sconclusionata avventura nei pressi della rete di Thiem e alla prima opportunità utile chiude i conti.

Zverev-Nadal, pronto il remake

Ad affrontare Rafa Nadal ai quarti sarà ancora una volta Alexander Zverev. Il campione del ‘1000’ di Madrid ha bisogno di ricorrere agli straordinari per abbattere la resistenza di Kei Nishikori.

Che nel match non sfrutta un break di vantaggio né nel secondo né nel terzo.

Si allinea ai quarti anche il tabellone femminile

La numero uno del blocco non apporta particolari modifiche al copione ai piedi dei quarti di finale.

Poco da fare per Veronika Kudermetova, che raccoglie tre game per set. Nel lotto delle sorprese nel day-4 il passo falso di Angelique Kerber contro Jelena Ostapenko e soprattutto quello di Aryna Sabalenka contro Coco Gauff.

Che per la quattordicesima volta in stagione ha bisogno del terzo set per acciuffare il successo. Iga Swiatek recupera un set di svantaggio e cancella due match point a Barbora Krejcikova, nella parte finale di giornata – nel match presumibilmente più atteso – Elina Svitolina supera con un secco 6-4 6-2 Garbine Muguruza. Ad attendere la tennista ucraina ai quarti proprio la campionessa del Roland Garros. Photo Credit: Getty Images