Atp Roma - Berrettini acciuffa Tsitsipas. Sonego vince il derby con Mager



by   |  LETTURE 2185

Atp Roma - Berrettini acciuffa Tsitsipas. Sonego vince il derby con Mager

Matteo Berrettini aveva come obbiettivo quello di vincere senza dilapidare troppe energie. Missione compiuta. Dopo una brevissima fase interlocutoria, o più banalmente di studio, il numero uno azzurro stacca John Millman nel punteggio con un parziale di 7-0 e si accomoda sul 6-4 6-X dopo poco più di ottanta minuti di gioco.

Sarà quindi ottavo di lusso con Stefanos Tsitsipas, giustiziere di Marin Cilic, che sul rosso ha vinto undici delle ultime tredici partite.

Berrettini, vittoria da Top 10

Per il numero uno del Team Italia quello con Millman si rivela un buonissimo allenamento agonistico.

Millman riesce in qualche modo a recuperare da una quasi disperata situazione di 0-40, non a sopravvivere a un complicatissimo nono game. Chiamato a servire per mettere in archivio il primo set, Berrettini non si distrae. Anzi.

Il secondo set è fra le altre cose un contorno del tutto necessario. Il romano si presenta con un mega-parziale di 16-4 e conserva gli ultimi due turni di battuta senza particolari difficoltà. Millman fa praticamente in tempo solo a smuovere lo zero dalla casella dei game e a rendere in qualche modo il passivo accettabile.

Sonego vince il derby, niente da fare per Travaglia

Il primo impegno settimanale per Dominic Thiem si rivela decisamente complicato. Contro una buonissima versione di Marton Fucsovics (che aveva perso piuttosto nettamente il più recente dei precedenti) il tennista austriaco ha infatti bisogno di recuperare un set e un break di svantaggio per dilagare nel terzo.

Alla soglia delle due ore di gioco il 3-6 7-6(4) 6-0 è in qualche modo un manifesto. Il numero quattro del blocco al Foro Italico – semifinalista a Madrid – se la vedrà agli ottavi di finale con il ‘nostro’ Lorenzo Sonego.

Dopo la battaglia con Gael Monfils al primo turno, condita da qualche polemica nel finale, il torinese risolve la pratica ‘derby’ contro Gianluca Mager grazie a un doppio 6-4. Tutto relativamente facile per “Sonny” che recupera un early-break di svantaggio nel corso del primo set e che, come nella logica delle cose, fa valere la maggiore qualità da fondocampo.

Niente da fare per Stefano Travaglia, battuto in due set da Denis Shapovalov. Il marchigiano, che fa partita pari per un set, non sfrutta una palla per il contro-break nel corso del secondo e finisce per perdere la battuta per una seconda volta.

Con un 7-6(3) 6-3 sulle spalle, il talento canadese ritorna a vincere due partite nello stesso torneo dopo un buco di quattro tornei. Condito tra le altre cose anche da un problema fisico.

Out Medvedev, ma non è una sorpresa

Per quanto paradossale, il tonfo di Daniil Medvedev al Foro Italico non fa rumore.

Soprattutto contro questo Aslan Karatsev. Il numero due del blocco non trova armi sufficientemente valide per fare partita pari. Fatica a trovare gli appoggi, fatica a trovare gli angoli negli scambi prolungati, tragicamente raccoglie poco anche con la prima palla. Emblematico il 6-4 6-2.