Curioso infortunio per Lorenzo Sonego: Madrid è a rischio



by   |  LETTURE 1569

Curioso infortunio per Lorenzo Sonego: Madrid è a rischio

Dopo aver vinto il Sardegna Open qualche settimana fa a Cagliari il numero 32 al mondo Lorenzo Sonego era pronto per rilanciarsi sulla terra battuta e provare a migliorare di più la sua classifica, coltivando magari sogni ancora più ambiziosi.

Il tennista è stato però 'vittima' di uno spiacevole quanto particolare infortunio che lo ha costretto a saltare il torneo di Monaco di Baviera e che lo mette in serio dubbio per il Masters 1000 di Madrid.

Per lui si tratta di un incidente domestico: come riporta la Gazzetta dello Sport, il tennista torinese ha sbattuto un dito (l'anulare della mano sinistra) contro la porta di casa riportando un piccolo quanto doloroso distaccamento osseo.

Per precauzione il tennista ha deciso di saltare il torneo in Germania e spera di essere a disposizione per il torneo spagnolo. Il tennista classe 1995 ha vinto due titoli in carriera, ad Antalya nel 2019 ed appunto quello recentemente vinto a Cagliari.

Ora è numero 32, ma qualche settimana fa riuscì ad entrare nella Top 30 raggiungendo come suo Best Ranking la 28esima posizione nel circuito. La stagione non era iniziata benissimo per Sonego che è stato eliminato subito al Murray River Open in Australia ed agli Australian Open è stato eliminato al secondo turno dallo spagnolo Feliciano Lopez.

A Montpellier ha invece raggiunto i Quarti di finale e ora con la stagione sulla terra battuta è al lavoro per provare a migliorare i suoi risultati e magari la sua classifica.

Le ultime sul Masters 1000 di Madrid

Manca davvero poco al Masters 1000 di Madrid, torneo che vede protagonisti il meglio del tennis agonistico maschile.

Tra le grandi assenze spiccano però quelle di Roger Federer e sopratutto del numero uno al mondo Novak Djokovic. Se lo svizzero sembrava, fin dall'inizio, avere altri programmi, l'assenza del serbo, campione in carica del torneo, ha destato scalpore con Djokovic che perde punti e che preferisce giocare Roma e Belgrado 2 per preparare al meglio il Roland Garros, quello che nei prossimi mesi sarà il suo obiettivo principale.

Il campione serbo infatti coltiva ancora l'ambizione della rincorsa agli Slam, è attualmente a quota 18 ed insegue a quota 20 i suoi due grandi rivali, ovvero Roger Federer e sopratutto Rafael Nadal che proprio a Parigi sarà l'uomo da battere.