Atp Belgrado - Berrettini non sbaglia contro Daniel. Sarà finale con Karatsev



by   |  LETTURE 2772

Atp Belgrado - Berrettini non sbaglia contro Daniel. Sarà finale con Karatsev

Dopo Marco Cecchinato e Filip Krajinovic, Matteo Berrettini annota sul taccuino delle vittime nel ‘250’ di Belgrado anche Taro Danel. Nonostante un passaggio a vuoto sul 6-1 5-3, ovviamente a un passo dal traguardo, il tennista azzurro riesce a ripartire in maniera perfetta e a sigillare il successo sul 6-1 6-7(5) 6-0 dopo poco più di novanta minuti di gioco.

Quella contro Aslan Karatsev – giustiziere di Novak Djokovic in un match completamente folle – sarà per il romano (numero due del seeding nel torneo serbo) la quinta finale in carriera nel circuito maggiore.

Di tre vittorie e una sconfitta il bilancio.

Berrettini, il black-out nel secondo set non ha conseguenze

Con una manciata di ore di ritardo sulla tabella di marcia, Matteo Berrettini spunta con la stilografica la stragrande maggioranza degli obiettivi di giornata.

Se non altro per un set e mezzo. Il tennista azzurro serve bene, si muove bene, sposta in maniera impeccabile il gioco con il dritto, ma soprattutto gestisce il penultimo appuntamento della settimana con due parzialoni. Il primo di 3-0 e il secondo di 4-2.

Il tennista giapponese, che riesce a evitare il break pesante e a muovere il punteggio, non trova armi sufficientemente valide per sfruttare lo 0-30 di vantaggio nel quinto game. Berrettini – grazie a una valanga di punti gratis con la prima palla – riesce a giocare parallelamente i turni di risposta deresponsabilizzato e a trascinarsi sul 6-1 in maniera piuttosto agevole.

Il tennista azzurro, chiamato difendere il vantaggio nel secondo set, flirta con il doppio break in due occasioni e difende il vantaggio fino al 5-4 senza particolari difficoltà. Il romano accatasta però la stragrande maggioranza degli errori non forzati nei pressi della linea del traguardo e finisce addirittura per scivolare al tie break.

Tie break che Daniel gioca semplicisticamente meglio, grazie anche a un iniziale vantaggio di 4-1. Poco male. Nel deciding set, Berrettini ristabilisce le gerarchie, elimina completamente gli errori dal progetto e con un doppio break di vantaggio da custodire non sbaglia. Anzi. Daniel non fa praticamente in tempo a smuovere lo zero dalla casella dei game. Photo Credit: Getty Images