Atp Barcellona - Tsitsipas è più forte: Sinner si ferma in semifinale



by   |  LETTURE 2865

Atp Barcellona - Tsitsipas è più forte: Sinner si ferma in semifinale

Da Barcellona a Barcellona. Nel mezzo, tralasciando tutti i piazzamenti Slam, anche i successi nel ‘Masterone’ e a Monte-Carlo. A distanza di tre anni dalla prima finale in carriera nel circuito maggiore, Stefanos Tsitsipas conferma lo straordinaria periodo di forma e stacca nuovamente un pass per il match-cintura nel torneo spagnolo grazie a un doppio 6-3 ai danni di Jannik Sinner.

Il talento greco porta a nove la serie di successi consecutivi (tutti senza perdere set) e si concede addirittura il lusso di aspettare Rafa Nadal. In rotta di collisione con Pablo Carreno Busta, sempre ko nei sette precedenti.

Si chiude quindi con una semifinale (e con un nuovo best ranking) la settimana antecedente al trittico Madrid-Roma-Parigi per Jannik Sinner, che di tempo per vincere partite del genere ne avrà. Eccome se ne avrà.

Tsitsipas è più forte: Sinner fa quello che può

Sinner cancella una manciata di palle break nel secondo game, Tsitsipas fa lo stesso nel cuore del quinto. Anche se il talentino azzurro contribuisce alla causa – principalmente sul 30-40 – con una pessima soluzione di rovescio su una seconda di servizio piuttosto morbida.

A ogni modo, “Tsitsi” regola nel bene e nel male gli equilibri della partita, soprattutto sulla diagonale sinistra. Manco a dirlo si porta sullo 0-40 (punteggio 4-3) e alla seconda opportunità utile chiude i conti.

Senza apportare particolari modifiche al copione nel turno di battuta finale. Tsitsipas interpreta il confronto da fondocampo in maniera praticamente perfetta. Come? Non concede punti di riferimento sulla diagonale sinistra e soprattutto rinuncia a un progetto tattico remissivo.

In linea con la logica delle cose povero di errori non forzati. Il risultato? Nonostante una buonissima attitudine, e una certa riluttanza alla resa, Sinner non sfrutta due palle break nel corso del quarto gioco e soprattutto lascia il servizio per strada in quello immediatamente successivo.

“Tsitsi” conferma immediatamente il vantaggio, cancella una situazione di 0-30 sul 4-3 e alla soglia della seconda finale sul rosso di Barcellona, condensa la stragrande maggioranza delle attenzioni. Francamente poche le colpe di Sinner, che sul 3-5 perde in maniera piuttosto netta anche tre dei quattro scambi prolungati che si trova costretto ad affrontare. Photo Credit: Getty Images