Atp Barcellona - Nadal soffre anche con Nishikori. A Belgrado avanti Mager



by   |  LETTURE 4430

Atp Barcellona - Nadal soffre anche con Nishikori. A Belgrado avanti Mager

Rispetto alla sfida con Ilya Ivashka, Rafa Nadal condensa la stragrande maggioranza dei problemi nel cuore della seconda frazione contro Kei Nishikori. Dopo aver dominato il primo e aver cancellato tre palle break in avvio di terzo, si intende.

L’undici volte campione del torneo fissa il successo sul 6-0 2-6 6-2 alla soglia delle tre ore di gioco e raggiunge ai quarti Cameron Norrie, avanti grazie al ritiro di David Goffin. Nadal, servizio a metà I problemi di Nadal sono quasi esclusivamente vincolati dalla scarsa resa della prima di servizio.

Se non altro in avvio. Per il resto, come nella logica delle cose, quello contro Nishikori nel primo set si rivela per il campionissimo spagnolo un buonissimo allenamento agonistico. Il giapponese non sfrutta una manciata di chance per il contro-break in avvio e non fa praticamente in tempo neanche a smuovere lo zero dalla casella dei game.

Dopo una serie di sette giochi consecutivi, “Rafa” traballa on serve (anche se cancella una palla break nel primo caso) e quando il tabellone luminoso dice “1-1” accatasta la stragrande maggioranza dei problemi.

Il resto è sorprendentemente un contorno del tutto necessario. Nishikori mette la testa avanti, complice una tenuta decisamente più gagliarda nel confronto da fondocampo, ma soprattutto conferma il vantaggio sul 3-2 e sfrutta il momento-regali di Nadal, che sbaglia sostanzialmente tutto quello che c’è da sbagliare dopo una mezzoretta praticamente perfetta e che lascia il servizio per strada addirittura in un’altra occasione.

Crocevia del match è inevitabilmente il primo game. Nadal riesce a tirarsi su dallo 0-40, a tamponare i tentativi di Nishikori nel secondo turno di battuta e ad aggrapparsi sul 4-1.

Gli altri risultati

Il derby canadese, in apertura di giornata, lo vince Felix Auger Aliassime.

Francamente facilitato da una versione piuttosto discutibile di Denis Shapovalov, presenza del tutto circostanziale nel 6-2 6-3 che matura dopo una novantina di minuti di gioco. Più complicata del previsto la seconda a Barcellona per Stefanos Tsitsipas, costretto da Jaume Munar a un long set e a recuperare in egual misura un break di ritardo nella seconda frazione.

Emblematico il 7-5 6-3 finale, condito da doppio break. Dopo un set di totale assenza, David Goffin è costretto al ritiro a causa di un problema fisico contro Cameron Norrie sul punteggio di 0-6 5-3.

Belgrado, avanti Mager

Nel '250' serbo, Gianluca Mager batte Alexei Popyrin con un rocciosissimo 7-5 6-2 e supera il taglio del secondo turno.

Reduce dal tabellone cadetto, il tennista azzurro se la vedrà ai quarti – che aveva raggiunto solamente in due occasioni nel circuito maggiore – con uno tra Aslan Karatsev e Aljaz Bedene. Photo Credit: Getty Images