Atp Monte-Carlo - Tsitsipas domina Rublev e vince il primo '1000' in carriera



by   |  LETTURE 2443

Atp Monte-Carlo - Tsitsipas domina Rublev e vince il primo '1000' in carriera

Dopo un torneo praticamente perfetto, Stefanos Tsitsipas aggiunge finalmente la prima perla ‘1000’ alla collana dei successi in carriera. Per il ‘Maestro’ anno 2019 (che a cavallo tra il secondo turno e la semifinale aveva lasciato per strada la miseria di ventuno game) quella con Andrey Rublev si rivela paradossalmente una delle più semplici nella settimana.

Grazie a un 6-3 6-3 che costruisce in poco più di novanta minuti di gioco – che impreziosisce ovviamente con il 90% dei punti con la prima palla e venticinque colpi vincenti – il talento greco si porta sul 4-3 nel conto degli head to head e soprattutto accorcia nei confronti di Dominic Thiem, stabile sulla quarta casella del ranking.

Mica male alle porte del secondo appuntamento sulla terra rossa della stagione a Barcellona. Antipasto naturale dei ‘1000’ di Madrid e Roma, ma soprattutto del Roland Garros.

Tsitsipas domina Rublev: primo '1000' in carriera per il greco

I problemi di Tsitsipas durano un game.

Se problemi si possono chiamare, ecco. Il talento greco si cava fuori dai guai sul 40-40 (con una splendida soluzione di dritto) e pensa bene di eliminare completamente gli errori non forzati dal progetto. Rublev non riesce a sfondare da fondocampo con il dritto e soprattutto a limitare i danni sulla diagonale sinistra.

Quella dove “Tsitsi” riesce a costruire sostanzialmente il successo. Il ‘maestro’ anno 2019 si trascina sul 3-0 e negli ultimi tre turni di battuta – che ovviamente domina – lascia per strada la miseria di due quindici.

A tutti gli effetti è un dominio. Le dinamiche nel corso della seconda frazione non cambiano. Anzi. Tsitsipas, in totale controllo della situazione, giganteggia con la battuta a disposizione e domina senza particolari difficoltà il confronto da fondocampo.

Il break che aggancia nel terzo gioco (e che conferma con un turno di battuta a zero) si rivela sufficiente. Insomma: grazie al 90% dei punti con la prima palla e un bottino di circa venticinque vincenti, il greco riesce a spingersi nei pressi del traguardo con un secondo break e a tagliare la linea del traguardo per primo. Photo Credit: Getty Images