Atp Cagliari - Che esordio Musetti! A Cecchinato il derby con Fabbiano



by   |  LETTURE 1965

Atp Cagliari - Che esordio Musetti! A Cecchinato il derby con Fabbiano

La fase dei convenevoli per Lorenzo Musetti sul Campo Centrale del Tennis Club Cagliari dura cinquantatré minuti. Di tanto ha bisogno il talentino azzurro per spazzare via Dennis Novak, capace di smuovere lo zero dalla casella dei game solo nel cuore della seconda frazione.

Il diciannovenne carrarese – reduce dalla semifinale ad Acapulco e dal terzo turno nel ‘1000’ di Miami – si adatta in maniera straordinaria anche sul rosso. Serve bene, si muove bene, stravince il confronto da fondocampo e grazie a un pacchetto di soluzioni decisamente più ampio risetto al tennista austriaco (a secco di successi da Montpellier) si accomoda nello spicchietto di tabellone del numero uno del seeding Daniel Evans.

Con un 6-0 6-1, abbiamo detto.

Cecchinato vince il derby, fuori Travaglia

Il derby tutto-azzurro va invece e Marco Cecchinato. Nel remake della sfida di primo turno con Thomas Fabbiano, a dodici mesi di distanza, il palermitano non apporta particolari modifiche al finale.

Anzi. Si impone praticamente con lo stesso identico score: 6-4 3-6 6-4. “Ceck” spreca qualcosa nel corso del secondo set, ma assesta la spallata decisiva nel sesto game nel corso del deciding e dopo più di due ore di gioco si prende Yannick Hanfmann, numero otto del seeding.

Dopo un primo set praticamente perfetto, Stefano Travaglia non riesce a superare lo scoglio Gilles Simon nel match che chiude il programma a Cagliari. Il tennista azzurro – che manco a dirlo lascia per strada sun solo game nella frazione inaugurale – non sfrutta un break di vantaggio in avvio di secondo set e paga quasi inevitabilmente un cattivo turno di battuta sul 3-4.

Simon scappa, sì, sul 5-2, ma ha comunque bisogno di cancellare una manciata di palle per il 5-5 ai piedi del traguardo. Finisce di fatto 1-6 6-3 6-4.

Mager parte bene a Marbella

Nel ‘250’ di Marbella – quello preferito da Fabio Fognini – inizia bene Gianluca Mager.

Nonostante una falsa partenza (2-4) il tennista azzurro riesce a vincere cinque degli ultimi sei giochi e soprattutto a gestire in maniera perfetta la seconda frazione. Il 7-5 6-3 finale è praticamente una conseguenza logica. Photo Credit: Roberto dell'Olivo