Jannik Sinner e gli altri italiani semifinalisti in un Masters 1000



by   |  LETTURE 2798

Jannik Sinner e gli altri italiani semifinalisti in un Masters 1000

Il prestigioso evento ATP di Miami, nato nel 1985, ha conosciuto grandissimi campioni nei suoi lunghi decenni di storia: da Ivan Lendl a Pete Sampras, da Mats Wilander ad Andre Agassi, senza considerare i nomi di Thomas Muster, Jim Courier e Marcelo Rios, prima di approdare ai più recenti successi di Roger Federer, Novak Djokovic, Andy Murray ed Andy Roddick.

Lo spagnolo Rafael Nadal non è mai riuscito a sollevare il trofeo, ma ha raggiunto la finale in cinque occasioni: nel 2005, 2008, 2011, 2014 e nel 2017.

I nomi degli altri giocatori italiani

Grazie al successo ottenuto ai danni del kazako Aleksandr Bublik, il diciannovenne Jannik Sinner è diventato il sesto tennista italiano a raggiungere la semifinale un torneo Masters 1000: lo attende tra poche ore Roberto Bautista Agut, vincitore sul numero due del mondo Daniil Medvedev.

Il primo italiano a riuscirci fu Andrea Gaudenzi, oggi a capo dell’Association Tennis Professionals, che nel 1995 a Monte Carlo fu battuto nella penultima partita da Muster, dopo aver sconfitto giocatori del calibro di Evgenij Kafelnikov e Sergi Bruguera.

Dobbiamo poi compiere un salto di più di vent’anni e atterrare a Roma nel 2007, quando uno strepitoso Filippo Volandri superò Thomas Berdych in quarti di finale prima di cedere a Fernando Gonzalez (nella partita precedente aveva sconfitto Roger Federer, numero uno del mondo, in due set).

Il terzo italiano l'altoatesino Andreas Seppi, che nell’evento di Amburgo 2008 (oggi declassato ad ATP 500) sconfisse Michael Berrer, Richard Gasquet, Juan Monaco e Nicolas Kiefer, prima di arrendersi contro in semifinale Federer.

Eccoci quindi al ligure Fabio Fognini, semifinalista a Monte Carlo nel 2013 (sconfitta con Novak Djokovic) e a Miami nel 2017 (fermato da Rafa Nadal). Fabio ha tuttavia conseguito la sua impresa a Monaco due anni fa, quando è diventato il primo italiano di sempre a vincere un Masters 1000 grazie ai trionfi ai danni di Andrej Rublev, Alexander Zverev, Borna Coric, Nadal e Dusan Lajovic.

Infine, senza tornare a parlare dell’eccellente prestazione di Sinner a Miami, non possiamo che ricordare lo straordinario torneo vissuto da Matteo Berrettini a Shanghai nel 2019, terminato solo contro Alexander Zverev in semifinale.

Appuntamento insomma alle 19, quando Jannik tenterà di scrivere ancora una volta la storia del nostro Paese. Photo Credit: La Repubblica