Atp Rotterdam - Tsitsipas si salva. A Buenos Aires fuori Mager



by   |  LETTURE 2365

Atp Rotterdam - Tsitsipas si salva. A Buenos Aires fuori Mager

Non va oltre il secondo turno il cammino di Gianluca Mager a Buenos Aires. Il sanremese – che aveva superato lo scoglio Salvatore Caruso all’esordio – non riesce a organizzare una vera e propria difesa contro Pablo Andujar, praticamente perfetto anche contro Juan Ignacio Londero nel day-1.

Il tennista azzurro, rallentato da una percentuale piuttosto scarsa di prime palle in campo, lascia per strada la battuta in avvio (manco a dirlo in entrambi i set) ma riesce a recuperare il gap di svantaggio prima del jeu decisif.

Non a rimarginare il 3-1 e il 5-3. Finisce 6-4 7-6(5) dopo poco più di novanta minuti di gioco.

Tsitsipas “si salva” a Rotterdam. Fuori a sorpresa Goffin, delude Bublik

Stefanos Tsitsipas rischia, sì, ma rimane attaccato alla seconda testa di serie del tabellone nel “500” di Rotterdam.

Dopo i passi falsi di Sascha Zverev e di Daniil Medvedev (che aveva vinto dieci delle ultime undici partite sul cemento indoor e che con una finale si sarebbe affacciato fino alla seconda casella del ranking, scalzando Rafa Nadal) il talento greco riesce ad abbattere la resistenza di un ottimo Hubert Hurkacz nonostante un buco nel cuore del secondo set.

“Tsitsi” non sfrutta un match point sul 4-5 (ovviamente nel terzo) ma accatasta la stragrande maggioranza delle attenzioni ai piedi del traguardo e archivia la pratica ai piedi del tie break sigillando di fatto il successo sul 7-6(4) 4-6 7-5.

Ad attendere il greco ai quarti ci sarà Karen Khachanov, reduce parallelamente dai successi ai danni di Stan Wawrinka e Cameron Norrie. Dopo essere ritornato al successo nel circuito maggiore – a distanza addirittura di quattro anni dall'ultima volta – David Goffin cede nella battaglia dei tie break a Jeremy Chardy.

Uno che nel 2021 almeno i quarti di finale in tre dei quattro tornei disputati. Alexandr Bublik non riesce invece a confermarsi dopo il successo ai danni di Alexander Zverev, il più pregiato in carriera. Supera il taglio del secondo turno Tommy Paul, giustiziere del nostro Lorenzo Sonego, che recuperato un set di svantaggio lascia complessivamente quattro game per strada a cavallo tra il secondo e il terzo.