ATP TENNIS

ATP DOHA - Un buon Seppi fa sudare Federer

-  Letture: 2708

Doha (QATAR). Termina con tanti applausi (e qualche rimpianto) l'avventura in questo Exxon Mobil Open 2012 di Andreas Seppi: il tennista azzurro è stato infatti battuto per 6-3 5-7 6-4 dal numero 3 del mondo, Roger Federer, al termine di una gara non così chiusa come i più si attendevano alla vigilia.

Bravissimo l'altoatesino a vincere il secondo parziale, nonostante si sia complicato la vita oltremodo (era avanti di due break, sul 5-1), e a portare il quotato avversario al terzo set, dove pure ha avuto le occasioni per recuperare il break preso in apertura.

Nella mente di Seppi, e di molti appassionati, sarà tornato quel 21 Febbraio 2008, quando l'italiano, nel giorno del suo compleanno, riuscì a battere Rafa Nadal a Rotterdam. Il set vinto oggi è comunque una piccola impresa, visto che nei sette precedenti Andreas non c'era mai riuscito.

Il primo parziale vedeva un ottimo avvio di Federer, che in un amen si portava sul 3-0, dando la sensazione di voler chiudere la pratica in poco tempo. Andreas Seppi iniziava però finalmente a giocare, e, tenuto il servizio nel quarto gioco, riusciva addirittura a strappare la battuta al blasonato avversario, grazie ad una sequenza di errori di quest'ultimo: prima un dritto steccato, poi un rovescio in corridoio di un niente e infine, sulla palla break, un doppio fallo.

Roger riprendeva però immediatamente il vantaggio, con un break a 0 frutto di una ottima sequenza di dritti, che lasciavano Seppi impotente a provare a remare da fondo. Il set si chiudeva così sul 6-3, senza ulteriori rotture.

Ma è il secondo set che regala un Seppi d'antologia: l'altoatesino sfrutta un vistoso calo del campionissimo di Basilea, prende prima un break di vantaggio (volato sullo 0-40, Federe annulla le prime due pb con altrettanti ace, ma poi sbaglia, spedendo un back in rete), si procura anche una palla del 4-0 (annullata da un buon servizio svizzero) e riesce a strappare un altro servizio a Federer, volando addirittura sul 5-1.

Il tennista italiano qui però subisce il ritorno del numero 3 del mondo, che mette a segno una serie di colpi da maestro, recuperando in un amen il pesante svantaggio, fino al 5-5. Fortunatamente, Seppi sale ancora in cattedra, tiene a fatica la battuta, e nel gioco seguente, sfruttando l'inerzia, vola sul 15-40, con un gran rovescio incrociato che sfiora il nastro e lascia immobile Roger.

Un dritto ancora fuori misura dello svizzero consegna incredibilmente il parziale al nostro, portando la questione al terzo e decisivo set. Dove però Federer torna centrato, e capitalizza il break conquistato nel terzo gioco.

Sul 4-2 Seppi si procura due palle break, ma in entrambe le situazioni sciupa malamente con altrettante risposte sciagurate che non centrano il campo. I servizi la fanno da padrone per il resto del parziale, e certificano la semifinale per lo svizzero, che se la vedrà ancora una volta con Jo Wilfred Tsonga.

Il francese, nel match di apertura di oggi, ha avuto facilmente la meglio sullo spagnolo Albert Ramos, perdendo solo tre giochi. La sfida tra Federer e Tsonga è stata la semifinale anche nel 2011 qui a Doha, e più in generale si è giocata ben 8 volte l'anno passato, l'ultima delle quali nella finale del Master di Londra: bilancio 7-2 svizzero, ma con la pesante vittoria del francese a Wimbledon, quando recuperò 2 set di svantaggio.

La sconfitta non deve scoraggiare il nostro Seppi, che è apparso in buona condizione, e può guardare con fiducia alla parentesi australiana. I punti per entrare nei top 30 passano da là. Singles
QF (3) J Tsonga defeats A Ramos 62 61
QF (2) R Federer defeats (8) A Seppi 63 57 64
QF (1) R Nadal defeats (7) M Youzhny 64 64
QF (4) G Monfils defeats (5) V Troicki 62 63 Doubles
SF C Kas / P Kohlschreiber defeats F Cipolla / A Seppi 63 62
SF F Polasek / L Rosol defeats D Tursunov / N Zimonjic 62 36 13-11 ORDER OF PLAY SEMIFINALI CENTER COURT start 4:30 pm
[3] J Tsonga (FRA) vs [2] R Federer (SUI)
[1] R Nadal (ESP) vs [4] G Monfils (FRA) Alessandro Varrassi per TennisWorld Italia .