Sport, duro attacco della UISP: "No ai furbetti, le federazioni rispettino il DPCM"



by   |  LETTURE 8867

Sport, duro attacco della UISP: "No ai furbetti, le federazioni rispettino il DPCM"

Questo 2020 è stato un anno molto difficile per il mondo del tennis ed in generale per il mondo dello sport. A causa della Pandemia siamo stati costretti al Lockdown, lontani da questa grande passione che da anni coinvolge la maggior parte di tutti noi.

Ora, in questo periodo soprattutto, vi sono state alcune restrizioni e la paura di un secondo Lockdown sta portando a diverse chiusure. La Federazione Italiana Tennis ha inserito tutti i tesserati agonisti nella lista di coloro che possono partecipare a competizioni di interesse nazionale, una considerazione che non è affatto piaciuta all'UISP, ovvero all'Unione Italiana Sport per tutti che considera tutto ciò come un Escamotage per permettere a "tutti" di poter giocare.

Lo sport è in grave difficoltà e sopratutto i cosiddetti livelli amatoriali e i vari centri sportivi stanno affrontando gravi difficoltà. Diverse UISP a livello nazionale stanno attuando proteste pacifiche per tutto il paese, lo sport è di tutti.

Ecco il messaggio dell'UISP contro i furbetti

Attraverso i propri canali questa associazione riconosciuta da anni come ente di promozione sportiva e salvaguardato sull'intero territorio italiano persino dal Coni, ha pubblicato la seguente lettera: "No ai furbetti dello sport.

Ora davvero basta! Stiamo assistendo in queste ore a comunicati, dichiarazioni, da parte di Federazioni sportive nazionali che stanno predisponendo norme per eludere le disposizioni del DPCM. Gridiamo Vergogna! Il diritto allo sport di base e per tutti lo si difende rispettando le norme e nello stesso tempo rivendicando la pari dignità e le pari opportunità con gli altri comparti produttivi, come abbiamo avuto modo di sottolineare in questi giorni e in queste ore.

Ribadiamo la necessità di predisporre ingenti risorse per sostenere il diritto allo sport e chiamiamo le autorità competenti non solo a vigilare ma ad intervenire pesantemente con sanzioni in merito. Non ci stiamo alla gara sull’elusione delle regole, la Uisp vuole giocare pulito: è il nostro patto etico con le nostre Asd, Ssd, i nostri soci e con il paese!"

La situazione attuale è di emergenza e con questo comunicato l'UISP ha consigliato a tutte le federazioni di collaborare e di non pensare ai propri interessi.