Atp Colonia 2 - Zverev mantiene l'imbattibilità. Battuto Schwartzman in finale



by   |  LETTURE 4383

Atp Colonia 2 - Zverev mantiene l'imbattibilità. Battuto Schwartzman in finale

Alexander Zverev rimane unbeaten sotto il tetto di Colonia. Dopo la vittoria nella tappa numero uno, leggermente più povera di nomi, il padrone di casa chiude il cerchio con un netto successo ai danni di Diego Schwartzman.

Che fra le altre cose aveva anche vinto due dei tre precedenti. Il tennista tedesco, in una partita che non brilla per bellezza, gestisce in maniera decisamente più solida gli scambi prolungati e soprattutto fa la differenza con la battuta a disposizione.

"El Peque" con una quantità decisamente scarna di prime in campo e che sporca il taccuino con un quantitativo piuttosto sorprendente di errori non forzati, fa quel che può. Poco nella stragrande maggioranza dei casi.

"Sascha" assesta la spallata decisiva nel quinto game, bissa l'operazione break sul 4-2 e alla prima opportunità utile mette la testa avanti. Il leitmotiv della seconda frazione è praticamente identico.

Con la differenza che Schwartzman riesce solamente a smuovere lo zera dalla casella dei game in avvio. Non senza annullare comunque una palla break. Dopo poco più di settanta minuti il 6-2 6-1 finale è praticamente una conseguenza logica.

Ad Anversa "sorride" Humbert. Sabalenka fa "en plein" a Ostrava

Dopo aver annullato quattro match point in semifinale,Ugo Humbert si iscrive alla lista dei campioni ad Anversa. Il tennista francese - che dalla ripartenza ha perso solamente in un caso contro un giocatore piazzato peggio nel ranking - annota sul taccuino delle vittime anche Alex de Minaur.

Reduce dal faticosissimo successo contro Grigor Dimitrov. Humbert domina la prima frazione, non sfrutta una manciata di chance per il break nel cuore del match, ma gioca meglio il tie break e dopo poco più di novanta minuti si adagia sul 6-1 7-6(4).

Il secondo successo in carriera nel circuito maggiore si rifletterà ovviamente anche sul ranking: toccherà infatti per la prima volta il gradino numero trentadue. Nel penultimo appuntamento stagionale nel circuito femminile, Aryna Sabalenka si sbarazza senza troppe difficoltà di Viktoria Azarenka in finale.

Nel "derby" bielorusso - il terzo in assoluto, il primo lontano dal cemento di Flushing Meadows - la ventiduenne passa con un facilissimo 6-2 6-2 condito da quasi trena vincenti, si avvicina prepotentemente alla Top 10 e fa bottino pieno poco dopo sul "Centrale" grazie alla compagnia di Elise Mertens nel tabellone di doppio.