Zverev: "Dopo Parigi non avrei mai perso contro Sinner. Lui sarà a breve un Top 10"



by   |  LETTURE 21123

Zverev: "Dopo Parigi non avrei mai perso contro Sinner. Lui sarà a breve un Top 10"

Continua la serie di vittorie di Alexander Zverev al Bett1Hulks Championship di Colonia. Il tedesco, dopo la vittoria della settimana scorsa, giunge in finale anche ora dove affronterà in uno scontro tra top Ten il tennista argentino Diego Schwartzman.

In semifinale Alexander si è preso la sua rivincita su Jannik Sinner, tennista che aveva avuto la meglio su di lui al Roland Garros; qui in Germania il padrone di casa ha avuto la meglio per 7-6 (3);6-3 vincendo in un'ora e 48 minuti di gioco.

Ormai l'obiettivo del tedesco è vincere entrambi i tornei indoor al Bett1Hulks di Colonia.

Le parole di Alexander Zverev dopo il match

Al termine del match il campione delle Atp Finals 2018, che gareggerà ancora una volta alle Finals per il Quarto anno consecutivo dal 15 al 22 Novembre ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Stavo giocando contro un tennista con cui avevo appena perso al Roland Garros e questa sconfitta era ancora nella mia testa.

Sapevo che non avrei mai perso oggi. Lui è una superstar emergente e penso che presto entrerà nella Top 10. Oltre a questo credo poi che presto lotterà per vincere i principali tornei al mondo" Nonostante la sconfitta continua il buon momento per Jannik Sinner, che, dopo i Quarti raggiunti al Roland Garros (dove ha ceduto solo al vincitore del torneo Rafael Nadal) arriva in semifinale a Colonia, torneo che gli consentirà di guadagnare qualche altra posizione in classifica.

Grazie a questo risultato difatti Jannik è il nuovo numero 43 al mondo ed il suo obiettivo è continuare questo percorso di crescita, frenato quest'anno dalla Pandemia, in vista anche della prossima stagione.

L'ultimo vincitore delle NextGen Atp Finals era partito bene e con profondità di colpi tanto da portarsi subito solo 4-1. Successivamente Jannik ha fatto qualche errore di troppo ed ha mostrato inconsistenza al servizio, poi Zverev ha reagito e giocando con profondità ed aggressività si è portato avanti ma ha sprecato con il servizio diverse chance di chiudere il set.

Al tie break il tedesco ha avuto la meglio su un Sinner molto falloso mentre nel secondo, tolta qualche timida reazione del diciannovenne, il numero 7 al mondo ha avuto il controllo per tutto l'intero set. Finisce 7-6;6-3 con il tedesco che si prende la sua rivincita dopo Parigi.