Atp Colonia 2 - Sinner risolve il rebus Simon: sarà "rivincita" con Zverev in semi



by   |  LETTURE 4167

Atp Colonia 2 - Sinner risolve il rebus Simon: sarà "rivincita" con Zverev in semi

La capacità di risolvere i problemi. Jannik Sinner ha già interorizzato una cosa che tendono a capire solamente i grandi. Vincere nonostante le difficoltà non è mai una banalità. Contro un avversario estremamente regolare come Gilles Simon - reduce dal sorprendente successo ai danni di Denis Shapovalov - il talentino azzurro riesce a contenere un pessimo secondo set e soprattutto a recuperare un break di svantaggio nel cuore del terzo.

Nel primo condensa la stragrande maggioranza delle difficoltà in apertura, sia chiaro. Un parzialotto di 4-0 si rivela quindi sufficiente per mettere la testa avanti e per fissare lo score sul 6-3. Simon - avversario decisamente ostico da affrontare, soprattutto su questa superficie - elimina sostanzialmente gli errori non forzati dal pacchetto, serve bene, risponde bene e vince otto dei successivi otto game.

Ipotecando di fatto la vittoria. Finita? Macché. Sinner rientra prepotentemente in garreggiata, si porta sul 3-3, strappa il servizio a zero all'avversario nel fatidico settimo game e cancella soprattutto una manciata di palle per il 5-3 quando ritrova sul piatto corde la chance per chiudere la pratica.

Potremmo chiamarla "mentalità" se volessimo. Sinner chiude quindi sul 6-3 0-6 6-3 una partita complicatissima e raggiunge a Colonia la seconda semifinale in carriera nel circuito maggiore. Minimo lo spostamento nel ranking: il muro della Top 40 potrebbe infrangerlo solamente vincendo il torneo.

Ad aspettarlo ci sarà comunque Alexander Zverev, già affrontato (e battuto) sulla terra di Bois de Boulogne una manciata di settimane fa. Il teutonica ha comunque bisogno di tre set per abbattere la resistenza di Adrian Mannarino, che al tie break riesce a "rubare" il secondo set.

Un posto in semifinale lo acciufa anche Diego Schwartzman, che sul 6-2 5-2 in favore di Alejandro Davidovich Fokina si ritrova a un passo dal burrone. "El Peque" annulla comunque un match point e come nella logica delle cose dilaga nel terzo set fissando il successo sul 2-6 7-6(3) 6-1.

Raonic si ritira, Khachanov perde col "giallo" ad Anversa

Grigor Dimitrov supera il taglio dei quarti di finale ad Anversa senza consumare una goccia di sudore. Milos Raonic, a causa di un problema fisico, preferisce infatti optare per il forfait.

Ad attendere il bulgaro in semifinale uno tra Alex de Minaur e Marc Giron, giustiziere del "nostro" Luca Nardi al primo turno e soprattutto di David Goffin al secondo. Karen Khachanov perde invece una partita "folle" contro Daniel Evans.

Che recupera un set e un break di vantaggio e che ricompatta il punteggio al tie break con il giallo. Il tennista russo perde completamente le staffe per una chiamata assai dubbia sul 7-7 - su punto che sarebbe valso ovviamente il match point - non riuscendo come nella logica delle cose a riordinare le idee nelle fasi finali.

Emblematico d'altronde il 3-6 7-6(7) 6-4 che appare sul tabellone luminoso.

Sarà Azarenka-Sakkari la semifinale "di lusso" a Ostrava

Nello spicchio di tabellone lasciato vacante da Elina Svitolina, la numero uno del seeding, Maria Sakkari centra l'obiettivo minimo.

Quello delle semifinali. Ad Ostrava - nel penultimo appuntamento della stagione - se la vedrà ancora con Viktoria Azarenka. Reduce da una vittoria piuttosto netta contro Elise Mertens, capace di rimanere attaccata al punteggio solamente nella frazione inaugurale.