Atp Colonia 2 - Sinner "strapazza" anche Herbert. Ai quarti Simon e non Shapovalov



by   |  LETTURE 6023

Atp Colonia 2 - Sinner "strapazza" anche Herbert. Ai quarti Simon e non Shapovalov

6-2 6-1 a James Duckworth, 6-3 6-1 a Pierre Hugues Herbert. Dopo i quarti di finale sulla terra di Bois de Boulogne - e il forfait precauzionale da San Pietroburgo per un problema intestinale - Jannik Sinner ha raggiunto i quarti di finale a Colonia lasciando per strada sette game.

Il talentino azzurro, che ha condensato la stragrande maggioranza delle difficoltà con la battuta a disposizione, ha ovviamente giocato nel complesso una partita estremamente solida. Herbert - che ha provato a difendersi con un piano tattico piuttosto elementare - ha messo in campo poco più del 50% di prime in campo e ha vinto poco più del 25% dei punti con la seconda palla.

Numeri che da soli basterebbero a spiegare tutti i "come" e i "perché" di uno score così netto. Sinner, più completo e soprattutto più lucido, dopo il break in avvio sporca il taccuino con una cattiva scelta nei pressi della rete sul 40-40 e un errore piuttosto grossolano con lo schiaffo al volo.

Poco male. Mette nuovamente la testa avanti e anche se si fa riacciuffare sul 3-3, con un nuovo parzialotto di 3-0 (condito ovviamente da due break) ipoteca il successo. Herbert, che vince i primi due quindici in risposta, nel corso della seconda frazione fa sostanzialmente in tempo a smuovere lo zero dalla casella dei game in una situazione di punteggio già ampiamente compromessa.

Sinner sigilla il successo (il numero diciotto in stagione) alla soglia dei novanta minuti di gioco e si guadagna la sfida con Gilles Simon.

Fuori Shapovalov

Il tennista francese, che dalla ripartenza aveva vinto poco e prevalentemente nei tabelloni cadetti, approfitta di una versione grottesca di Denis Shapovalov a poche settimane dalla sfida parigina.

Il talentino canadese - che si ritrova ovviamente a combattere una delle più usuali "giornate-no" - raccoglie un game nel corso della frazione inaugurale, reagisce nel cuore del match, ma parte soprattutto con un mortifero 0-4 nel deciding set.

Il francese tampona il tentativo di rimonta in maniera magistrale. Manco a dirlo tiene un fondamentale turno di battuta sul 4-2 (a zero) e bissa soprattutto l'operazione break nel finale fissando il successo sul 6-1 4-6 6-2. Photo Credit: Getty Images