Atp San Pietroburgo - Opelka, vittoria "da gigante" contro Medvedev. Ok Shapovalov



by   |  LETTURE 3770

Atp San Pietroburgo - Opelka, vittoria "da gigante" contro Medvedev. Ok Shapovalov

Da quando il carrozzone del tennis ha ricominciato a muoversi, Reilly Opelka ha giocato sul cemento sei partite. Vincendo contro tre dei primi quindici giocatori del mondo. Dopo Matteo Berrettini e Diego Schwartzman a New York (tappa Cincinnati) lo spilungone statunitense ha annotato sul taccuino delle vittime anche Daniil Medvedev.

Testimoniando, qualora ce ne fosse ancora bisogno, come questo Gioco non premia tutti i punti in egual misura. Considerando che alla fine della corsa ne ha portato a casa una dozzina in meno del numero uno del seeding, si intende.

Il russo ha dominato la prima frazione e si è spinto sul 5-5 lasciando on serve la miseria di due punti. Eppure, ai piedi del tie break, non è riuscito a contenere il piano tattico incredibilmente aggressivo dello sfidante.

Bravo poi a cancellare quattro palle break a cavallo tra il quinto e il settimo game (nel deciding set) e soprattutto a trovare un turno di risposta capolavoro sul 5-4. Emblematico in qualche modo il 2-6 7-5 6-4 finale. Ai quarti ci sarà Borna Coric, giustiziere della wild card Roman Safiullin.

Fatica più del previsto Andrey Rublev, numero tre del seeding, costretto da Ugo Humbert al terzo set. Il talentino russo alla soglia delle due ore e venti di gioco riesce comunque a evitare il jeu decisif e a sigillare il successo sul 4-6 6-4 7-5.

Denis Shapovalov, che ha il compito di inaugurare il programma sul Campo Centrale, non manca invece l'appuntamento con Stan Wawrinka ai quarti di finale a San Pietroburgo. Dopo il facile successo ai danni di Viktor Troicki, con le medesime modalità il canadese si sbarazza infatti di Ilya Ivashka.

A Colonia esce Cilic, tutto facile per Zverev

Alexander Zverev, numero uno del seeding, ha bisogno di appena sessantatré minuti di gioco per archiviare la pratica Fernando Verdasco - reduce dal successo ai danni di Andy Murray - e per ritagliarsi uno spazio ai quarti di finale nel "250" di Colonia.

Il colpo di giornata lo mette comunque a segno lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, che recupera un set e un break di svantaggio nella sfida con Marin Cilic. A secco di quarti di finale nel circuito maggiore da circa sedici mesi.

Tutto facile per Felix Auger Aliassime, che con il successo ai danni di Henri Laaksonen ai quarti raggiunge invece Radu Albot. Photo Credit: Getty Images