Sardegna Open, Fognini si ritira: il ligure positivo al tampone



by   |  LETTURE 1303

Sardegna Open, Fognini si ritira: il ligure positivo al tampone

Non si disputerà l'incontro in programma oggi al torneo Atp Sardegna Open tra il tennista italiano Fabio Fognini e lo spagnolo Roberto Carballes Baena. Il tennista ligure, numero 16 al mondo, ha annunciato stamane il ritiro dal torneo e dopo poche ore abbiamo avuto finalmente la motivazione ufficiale.

La verità è che anche Fabio Fognini è positivo al Coronavirus. Il tennista che ieri ha partecipato al torneo di doppio ed ha perso insieme al giovane talento azzurro Lorenzo Musetti, ha dovuto lasciare il torneo a causa della positività al virus.

Fabio è l'ennesimo caso di un virus che torna a spaventare il mondo del tennis. Non è un'annata facile per il tennista che tornato dopo un infortunio ed un operazione è costretto a fermarsi nuovamente ed a rallentare così la sua fase di recupero a causa della positività al virus.

Sintomi lievi, parola del diretto interessato: "Un po' di febbre e tosse, mal di testa...sono già in isolamento e sono convinto che mi rimettero' presto", ha più tardi spiegato Fognini sui social.

I casi di positività al virus

Il 2020 è stato un anno travagliato per tutti noi ed anche il tennis non è rimasto immune a questo terribile virus. Per quasi sei mesi il mondo del tennis è rimasto fermo ed in questo 2020 anche lo storico torneo di Wimbledon è stato cancellato per motivi di forza maggiore.

Il mondo del tennis ha visto diversi casi di positività e tante polemiche a causa di questo virus. Lo stesso numero uno al mondo Novak Djokovic è stato molto criticato ed ha subito tante polemiche a causa dell'organizzazione dell'Adria Tour, torneo esibizione organizzato con l'aiuto del numero uno al mondo e che ha causato tra l'altro un piccolo focolaio al proprio interno.

Nel corso dell'Adria Tour diversi tennisti sono stati contagiati e il mondo del tennis è stato "accusato" di una pessima organizzazione per questo evento che si è tenuto tra la Croazia e la Serbia.

Tra i vari contagi, oltre allo stesso Djokovic, a sua moglie Jelena ed al suo coach Goran Ivanisevic, sono stati contagiati anche Borna Coric e Grigor Dimitrov, quest'ultimo insieme al suo coach.