Atp Colonia - Verdasco vince la sfida "old gen" con Murray. Avanti a fatica Cilic



by   |  LETTURE 1187

Atp Colonia - Verdasco vince la sfida "old gen" con Murray. Avanti a fatica Cilic

Sei partite, nessun terzo set. Nella lista delle sorprese a San Pietroburgo potremmo metterci probabilmente solo il passo falso di Adrian Mannarino, battuto dal bielorusso Ilya Ivashka. Uno che sotto i tetti ha comunque raccolto la stragrande maggioranza delle vittorie nel circuito maggiore.

Borna Coric supera in apertura di programma Feliciano Lopez, Milos Raonic fatica solamente nel corso della prima frazione contro lo statunitense J.J. Wolf, Karen Khachanov risolve invece la pratica James Duckworth con un doppio 6-4.

La Russia chiude a punteggio pieno grazie al successo nella parte finale di giornata di Andrey Rublev. Sostanzialmente povero di grattacapi il 6-2 6-4 che rifila a Vasek Pospisil in poco meno di novanta minuti. Oggi esordirà Daniil Medvedev, defending champion e numero uno del seeding.

Colonia, Verdasco torna al successo contro Murray

La sfida tra Andy Murray e Fernando Verdasco chiude invece la lunga giornata del "Bett1 Hulks" di Colonia. Il tennista spagnolo, reduce dalla brutale sconfitta sul rosso di Roma e sostanzialmente a secco di successi nel circuito maggiore dagli Australian Open, riesce ad archiviare il diciassettesimo atto della saga con "Sir Andy" una manciata di minuti dopo la mezzanotte.

Il tre volte campione Slam - ancora in condizioni piuttosto precarie - non riesce invece in alcun modo a tamponare una pessima partenza e soprattutto a rimanere on serve nel cuore del secondo set. Verdasco, che assesta la spallata decisiva nel settimo game e che cancella complessivamente cinque palle per il controbreak nel decimo game, griffa il successo sul 6-4 6-4 e raggiunge al secondo turno Alexander Zverev, numero uno del seeding.

Da registrare c'è il secco 6-0 6-3 di Gilles Simon ai danni di Marton Fucsovics (con vista su Roberto Bautista Agut) ma anche la faticosissima vittoria di Marin Cilic. Il tennista croato trova Il lucky loser Marc Giron al posto di Ricardas Berankis e le armi per spingersi al traguardo le trova solamente nelle fasi finali. Cancellando, fra le altre cose, anche una palla per il contro break sul 5-3. Photo Credit: Getty Images