Atp Amburgo - Esordio sul velluto per Tsitsipas, Bublik beffa Auger Aliassime



by   |  LETTURE 1459

Atp Amburgo - Esordio sul velluto per Tsitsipas, Bublik beffa Auger Aliassime

Benoit Paire ha alzato bandiera bianca dopo poco meno di cinquanta minuti di gioco contro Casper Ruud - semifinalista a Roma - e in conferenza stampa ha rivelato di aver giocato nonostante la positività al coronavirus.

Questa la notizia che ha inevitabilmente segnato il day-3 nel "500" di Amburgo. «Sì, sono risultato positivo ai primi due test fatti qui ad Amburgo. Ieri, invece, il test è risultato negativo. Ma le regole sono differenti.

L’Atp può spiegarci quali sono queste regole? Perché so che a Parigi ci sono stati giocatori esclusi per la positività dei loro allenatori. Qui in Germania, invece, si può essere positivi, poi negativi e giocare.

Per questo ringrazio il torneo e lo staff medico per avermelo permesso, ma ci sono regole che non capisco. L’unica cosa che spero è di finire presto questa stagione e tornarmene a casa» ha spiegato. Ricordiamo che il norvegese sfiderà il nostro Fabio Fognini, reduce dalla prima vittoria post-operazione alle ginocchia.

Per Stefanos Tsitsipas, numero due del seeding, quello con Dan Evans si rivela un pomeriggio di ordinaria amministrazione. Il 6-3 6-1 finale che matura alla soglia dei settanta minuti di gioco racconta praticamente tutto. Ad attendere il talento greco al secondo turno ci sarà Pablo Cuevas, reduce dal tabellone cadetto e soprattutto finalista quattro anni fa.

Nella lista delle sorprese ci rientra il netto successo di Alexandr Bublik ai danni di un "brutto" Felix Auger Aliassime. Con il successo ai danni di Tommy Paul al secondo turno (condito da un terzo set) Andrey Rublev si porta sul 2-0 nella personalissima sfida contro gli Stati Uniti ad Amburgo.

Finisce 6-1 3-6 6-2.

A Strasburgo il tabellone si allinea ai quarti

Ai piedi dei quarti, il tabellone dell'International di Strasburgo si ritrova senza altre due teste di serie. Jelena Ostapenko approfitta del ritiro di Kiki Bertens (la numero tre) quando il tabellone luminoso è stabile sul 2-6 6-4 6-2, Katerina Siniakova si sbarazza invece di Ekaterina Alexandrova (la numero sette) con un rapido 6-4 6-2.

Fatica, e non poco, Aryna Sabalenka per abbattere la resistenza di Anna Blinkova. Battuta alla soglia delle due ore di gioco con un faticoso 1-6 6-4 6-2. Photo Credit: Getty Images