Atp Kitzbuhel - Fognini perde contro il numero 303 del mondo, scivola anche Sinner



by   |  LETTURE 10313

Atp Kitzbuhel - Fognini perde contro il numero 303 del mondo, scivola anche Sinner

Per valutare la vera condizione di Fabio Fognini, probabilmente ci toccherà aspettare ancora una manciata di settimane. A sei mesi e mezzo dallo stop (e a circa cinque dall'operazione alle caviglie) il numero due d'Italia rientra nel circuito maggiore con il "250" di Kitzbuhel in ritardo di condizione.

E soprattutto di match nelle gambe. Ha fatto poco, pochissimo, contro un avversario tutto sommato modesto (il numero trecentotré del mondo Marc-Andrea Huesler) finendo per trascinarsi per una cinquantina di minuti sul Centrale senza un vero piano tattico.

Il 6-1 6-2 nasconde il minimo indispensabile. Fognini è vittima delle circostanze. Degli errori, una miriade, della poca lucidità nelle scelte tattiche, della lentezza negli spostamenti laterali. Il numero due azzurro - evidentemente limitato - perde costantemente centimetri in uscita dal servizio e nella frazione inaugurale fa praticamente in tempo solo a smuovere lo zero dalla casella dei game.

Il qualificato svizzero, che gioca la partita giusta, cancella una palla break in avvio di secondo set, contiene l'unico vero momento di difficoltà e ristabilisce le gerarchie della sfida con un altro mega-parziale di 4-0.

Huesler, bravo nel complesso a sfruttare tutte le situazioni favorevoli, chiude alla prima opportunità utile e dopo il taglio del tabellone cadetto e del primo turno supera anche quello del secondo. Troverà il sempreterno Feliciano Lopez.

Fabio lo rivedremo ad Amburgo, Roma e Parigi: ci auguriamo in condizioni migliori.

Sinner, "giornata no"

Anche la campagna austriaca di Jannik Sinner trova una conclusione al secondo turno. Reduce dallo splendido successo ai danni di Philipp Kohlschriber - due volte campione del torneo - il talentino azzurro incappa in una delle più usuali "giornate-no" contro Laslo Djere.

Sinner, lento negli spostamenti laterali ed estremamente falloso da fondocampo, ricopre il ruolo dell'inseguitore dal primo all'ultimo quindici. Il tentativo unico di rimonta, dal 5-1 al 5-4 nella seconda frazione, non si rivela sufficiente.

il 6-4 6-4 finale è in qualche modo un manifesto. L'Italia perde la pedina Jasmine Paolini anche nel Wta di Istanbul. La numero tre del seeding Polona Hercog, che la stragrande maggioranza delle difficoltà le accumula nella frazione inaugurale, griffa il 7-5 6-3 alla soglia dei novanta minuti di gioco con buona autorità.

Il successo di giornata nel day-3 in Turchia è comunque di Eugenie Bouchard - reduce dal tabellone cadetto - più attrezzata fisicamente e tecnicamente della numero uno del seeding Svetlana Kuznetsova. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI ATP DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images