De Minaur, è un 2020 da incubo: nuovo infortunio per l'australiano



by   |  LETTURE 2231

De Minaur, è un 2020 da incubo: nuovo infortunio per l'australiano

Il 2020 è stata un'annata difficile per tutti noi ed anche l'intero mondo del tennis ed i tennisti escono danneggiati da una Pandemia che sembra non avere fine. Non si gioca da mesi e sono diversi gli atleti in difficoltà, inoltre molti giovani non vedono l'ora di rientrare in campo e si stanno preparando mediante esibizioni.

Non è un'annata particolarmente felice per il giovane tennista australiano Alex De Minaur. Il giovane talento ha saltato la prima parte della stagione ed in particolare l'Australian Open (torneo di casa a cui teneva molto) a causa di un infortunio e ora tornano i problemi per il giovanissimo talento: nella giornata di ieri il tennista australiano si è ritirato nel torneo esibizione di Villena a causa di un problema alla coscia.

Il ragazzo stava disputando la gara per il terzo e quarto posto contro Alejandro Davidovich e al momento si trovava sotto con il risultato di 2-5. De Minaur si è subito fermato per evitare rischi, ma ora c'è apprensione in vista della ripresa.

Alex ha più volte ribadito di voler tornare subito a giocare, ma ora il suo rientro potrebbe essere più lontano e le sue condizioni sono da valutare in vista del Tour americano, dei tornei di Cincinnati e soprattutto dell'Us Open, torneo del Grande Slam dove De Minaur vuole certamente stupire.

Le ultime su De Minaur

Recentemente Alex De Minaur ha rilasciato interessanti dichiarazioni ai microfoni di Tennis Head. Ecco le sue parole a riguardo: "Non mi piace fissare obiettivi numerici perché in passato mi sono posto obiettivi del genere e mi hanno portato solo a maggior pressione.

Il mio obiettivo, oltre a salire in classifica, è raggiungere sempre più tennisti del calibro di Novak Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal. Settimana dopo settimana proverò a fare questo. Voglio migliorare e avere un rendimento sempre più costante.

Già nel 2019 ho compreso il mio valore ed ho capito subito che potevo fare bene. Voglio giocare tornei ogni settimana quest'anno e nel 2020 voglio spingere molto. Alla fine guardo sempre dove sbaio ed il mio obiettivo è migliorare ed evitare nuovamente di commettere gli stessi errori"