Tennis, si valutano due opzioni alla ripresa per la classifica: i dettagli



by   |  LETTURE 3921

Tennis, si valutano due opzioni alla ripresa per la classifica: i dettagli

Nel tennis professionista non si lavora dallo scorso Marzo quando la pandemia ha costretto le autorità a sospendere la stagione 2020 per preservare la salute dei tennisti e di tutti coloro che volevano assistere a questo magnifico sport.

La stagione è stata rivoluzionata, diversi tornei sono stati cancellati mentre altri rinviati e alla ripresa troveremo un calendario atipico che potrebbe mettere in difficoltà chi ha punti da difendere. Proprio per questo sia l'Atp che la Wta valutano il modo migliore per i punti di questo particolare anno.

Ricordiamo che il tennis nel circuito WTA tornerà il prossimo 3 Agosto con il torneo di Palermo mentre negli Stati Uniti il 14 Agosto si giocherà l'Atp 500 di Washington. Ovviamente solo se non succede nulla e la situazione non diventa troppo preoccupante per coloro che giocano.

I migliori giocatori del mondo, intanto, si preparano e analizzano quale potrebbe essere il loro calendario individuale.

Le nuove misurazione dei punti per le classifiche Atp e Wta

In vetta alla federazione studiano soluzioni alternative per provare ad evitare problemi evidenti.

Una di queste, riporta Marca, è la possibilità di dividere i punti che i tennisti hanno attualmente tra le 52 settimane registrate dalle classifiche. Pertanto ad esempio Rafael Nadal non rischierebbe di perdere tantissimi punti saltando uno dei tornei che vedremo all'inizio.

Lui deve difendere i trionfi all'Us Open, Roland Garros e Roma, 5300 punti che dovrebbe difendere in pochissimo tempo. In questo modo il campione spagnolo perderebbe solo 189 punti a settimana e non si ritroverebbe in nette difficoltà di classifica.

Un'altra idea invece riguarda la possibilità di congelare l'attuale classifica, rimandandola al 2021, e realizzare una classifica riguardante solo questi ultimi mesi dell'anno che possa determinare chi andrà al Masters di fine anno.

Oltre Nadal questa problematica vale un po' per tutti, lo stesso numero 1 al mondo Novak Djokovic ed in generale tutti coloro che hanno fatto bene in primis nella stagione sulla terra. In poche settimane di giocheranno infatti Madrid, Roma e Roland Garros e visto il poco tempo non è escluso che alcuni tennisti decidano di saltare qualche torneo.