Tennis, Atp e Wta verso la riduzione dei montepremi ai giocatori: le cifre



by   |  LETTURE 2668

Tennis, Atp e Wta verso la riduzione dei montepremi ai giocatori: le cifre

L'emergenza Coronavirus ha portato una vera e propria crisi in tutta l'economia mondiale. Anche lo sport non è esente da questo ed il mondo del tennis sarà costretto nei prossimi mesi ad effettuare tagli per non essere totalmente ridimensionati.

A causa della Pandemia diversi tornei sono stati cancellati mentre alcuni sospesi e, al ritorno alle gare, non ci sarà pubblico o nel migliore dei casi vedremo stadi con un terzo o al massimo la metà degli spettatori.

I danni economici sono molto ampi e la situazione nei prossimi anni appare tutt'altro che rosea. Aldilà dei tornei del Grande Slam che attirano ogni anno milioni di spettatori e sponsor, oltre ai diritti Tv, a soffrire saranno soprattutto i tornei minori che hanno chiesto alle principali Federazioni di tennis, l'Atp e la Wta di poter ridurre il proprio Prize Money.

Le cifre dei tagli e il ritorno del tennis

In particolare per quel che riguarda i tornei Atp si auspica un taglio al montepremi dei tornei che va dal 30 al 50 % addirittura. Più lieve il danno ai tornei WTA dove vi sarà un taglio di solo il 18 % ai montepremi.

Nei prossimi giorni ci sarà un incontro cruciale per il futuro del tennis nel 2020. Il 10 Giugno secondo quanto riporta Marca, le Federazioni comunicheranno ai tennisti il calendario per la stagione 2020 e si avranno maggiori certezze sul ritorno alle gare.

Tanti tennisti vogliono capire se si giocherà nel prossimo mese di Agosto e se si disputeranno tornei americani come il Masters 1000 di Cincinnati e l'Us Open. Infine c'è molto più ottimismo negli ultimi giorni sulla disputa dei tornei di Madrid, Roma ed il Roland Garros, tornei che dovrebbero disputarsi a Settembre.

Il circuito tennistico è fermo da settimane e il mondo del tennis sta vivendo diverse problematiche e momenti di crisi. Addirittura alcuni tennisti della Top100 hanno spinto per realizzare un "Recovery Fond" dove i migliori tennisti aiutavano tutti coloro facevano parte delle categorie inferiori.

Ci sono state polemiche da parte di alcuni tennisti (come Thiem), ma sembra essere giunti comunque ad una soluzione. Ecco il tweet: